USATA
cerca auto nuove
NUOVA

BMW ottiene i finanziamenti per una nuova batteria elettrica ad alta capacità

La Casa dell'Elica si è aggiudicata 26,2 milioni di sterline come finanziamento da parte del Regno Unito per la transizione ecologica dell'automotive

Le tecnologie sostenibili per l’industria dell’automotive rappresentano la strada da seguire per un futuro più eco-friendly a sostegno dell’ambiente. Elettrico, ibrido e idrogeno “Fuel Cell”: queste sono le soluzioni principali a cui fare riferimento e BMW le conosce bene, al punto da proporre un progetto innovativo nell’ottica del piano britannico indetto dall’Advanced Propulsion Centre – quest’ultimo voluto per sostenere i vantaggi dell’elettrificazione e risolvere i possibili problemi durante la transizione dal mondo a combustione.

Il suo nome è UK-BEV ed è incentrato su una batteria di ultima generazione, che secondo i piani di BMW garantirà un’autonomia pari a quella solitamente messa in campo dalle tradizionali autovetture a benzina e diesel. Gli obiettivi? Concordi con quelli del piano dell’APC, vale a dire eliminare 32 milioni di tonnellate di anidride carbonica, creare fiducia nelle possibilità dell’universo a zero emissioni e mantenere gli stessi livelli di occupazione all’interno delle fabbriche produttive.

Con questa proposta la Casa dell’Elica si è aggiudicata il secondo posto tra coloro che hanno aderito all’iniziativa, ottenendo un finanziamento per il proprio progetto pari a 26,2 milioni di sterline. Davanti a lei si è piazzata l’azienda israeliana REE con il suo progetto REEcorner, che prevede la realizzazione di una nuova piattaforma modulare che comprenda telaio, sterzo, freni, sospensioni e powertrain di una vettura a batterie, mentre il terzo posto è stato conquistato dall’americana Cummins, che invece proporrà il motore a idrogeno Brunel destinato al settore dei trasporti pesanti.

BMW batteria auto elettriche

TAGS:
TUTTO SU BMW
Articoli più letti
RUOTE IN RETE