USATA
cerca auto nuove
NUOVA
SPECIALE

BMW serie 5 Touring: provata in Sardegna il restyling 2010

Nonostante i suoi quasi 5 metri di lunghezza va via agile e maneggevole la sw BMW e le prestazioni sono assicurate da un'ampia gamma motori.

BMW serie 5 Touring provata in Sardegna. – Costa Smeralda – Dalla Germania alla Sardegna. Nella sua lunga passerella europea la nuova Bmw Serie 5 Touring si regala scenari unici a mondo, tra la Costa Dorata (Porto San Paolo) e Porto Massimo nell’isola di La Maddalena, passando attraverso la Costa Smeralda. Un palcoscenico davvero speciale per questa “regina” tedesca delle wagon, un’autentica icona che ora propone il quarto capitolo della sua personalissima storia nel grande romanzo popolare delle auto (la prima Serie 5 Touring con la sigla E 34 risale al 1991; successivamente seguirono la E 39 nel 1997 e la E 61 nel 2004) con oltre 700 mila esemplari venduti complessivamente.
Nonostante la sua mole che sfiora i 5metri ( è lunga 4,91 metri e pesa 1,7 tonnellate) se ne va agile e maneggevole, docile ai comandi, lungo le strade del “paradiso delle vacanze” regalando a chi è a bordo il privilegio di vivere in un autentico “paradiso” tecnologico: c’è, nella nuova Serie 5 Touring, l’anima profonda della Bmw. Sì, perché questa “familiare” ha una funzionalità da auto Premium, condensata in un’architettura sviluppata per le ammiraglie di lusso, e mette in mostra molti punti in comune che l’avvicinano alla straordinaria Serie 7: un design espressivo e uno stile ora più autonomo rispetto alla berlina, un’eleganza sportiva, un’armonia di linee che colpisce al primo sguardo. In sintesi, cofano-motore allungato, sbalzi tenuti corti, il passo più lungo del segmento (ora più 8 millimetri rispetto alla precedente versione, sfiora i 3 metri), linea del tetto che scende dolcemente verso la coda. Come nella versione berlina, i doppi proiettori e la grossa presa d’aria inferiore esaltano l’eleganza mentre la coda muscolosa e i passaruota bombati mettono in rilievo il carattere dinamico.
Dunque, dopo quasi vent’anni di successi, la Serie 5 Touring torna alla ribalta con una nuova veste all’insegna della sicurezza e della tecnologia. Un vero “paradiso tecnologico” che bisogna esplorare. C’è, chiaramente, comfort a piene mani, così come la sicurezza con sistemi di assistenza che rendono la guida più facile al pilota. Anche qui, andiamo per sintesi, partendo dal Driving Dynamic Control (optional) col quale si può variare l’assetto dell’auto a seconda dei gusti del pilota, tarando le sospensioni, per finire con l’Integral Active Steering (ruote posteriori sterzanti che riducono il diametro di sterzata di circa 0,5 metri). E’ un lungo elenco da enciclopedia: sfogliando troviamo il Park Assistant col quale in pratica la Serie 5 Touring si parcheggia da sola anche se il pilota ha a disposizione le telecamere (Surround View)  offerto in combinazione con l’Active Cruise Control con funzione Stop&Go, l’Avvertimento di cambio accidentale di corsia di marcia, il Segnalatore di sorpasso pericoloso, lo Speed Limit Info e l’High-Beam Assistant, il BMW Night Vision con riconoscimento delle persone e l’Head-Up-Display. Inoltre, sono a disposizione diverse funzioni di ufficio mobile via Bluetooth.
Un’auto “intelligente” che funge anche da “angelo custode”: ti avverte (e rallenta) se c’è il rischio di un tamponamento; ti avverte se cambi corsia di marcia accidentalmente oppure se stai effettuando un sorpasso pericoloso; ti suggerisce il momento buono per cambiare il rapporto di marcia.

SPECIALE
SPECIALE
TUTTO SU BMW
RUOTE IN RETE