Bosch presenta al CES lo shuttle per la mobilità del futuro

Bosch porterà al CES 2019 di Las Vegas un prototipo di shuttle 100% elettrico con guida autonoma in grado di trasportare fino a quatto passeggeri

Negli ultimi mesi c’è stata una decisa accelerazione verso quella che comunemente viene chiamata “mobilità del futuro”. Si tratti di veicoli elettrici o meno, con linee più o meno spaziali, moltissime aziende legate al mondo delle due e delle quattro ruote hanno presentato i rispettivi progetti. Tra questa c’è anche Bosch che al CES 2019, la fiera di elettronica più grande del mondo, che si svolgerà a Las Vegas presenterà le sue soluzioni per la mobilità del futuro con un nuovo prototipo di shuttle.

La mobilità del futuro secondo Bosch

Bosch ha pensato a un veicolo dal design leggero e minimalista, con un aspetto futuristico all’esterno e tanta tecnologia all’interno con display interattivi, vetro e interni spaziosi a fare da padroni. Questi shuttle elettrici non avranno bisogno di un guidatore e serviranno per percorre i centri delle città in modo silenzioso e rispettando l’ambiente, trasportando merci e persone. Bosch punta a fornitore tutte le componenti necessarie per lo sviluppo di questo tipo di sistema, riunendole in un ecosistema intelligente e perfettamente connesso che comprenderà piattaforme di prenotazione, condivisione e networking, servizi di parcheggio e carica, oltre a soluzioni software per gestione e manutenzione dei veicoli, nonché servizi di infotainment durante il viaggio. “Bosch sta sviluppando un pacchetto esclusivo di hardware, software e servizi per la mobilità del futuro. In futuro tutti i veicoli che circoleranno su strada utilizzeranno i servizi digitali Bosch“, ha dichiarato Markus Heyn, membro del Board of Management di Bosch.

La crescita del settore degli shuttle è il risultato dell’aumento della domanda di servizi di ride sharing: soltanto in Europa, Stati Uniti e Cina, entro il 2020 saranno presenti sulle strade circa un milione di shuttle on-demand, per arrivare a 2,5 milioni entro il 2025 (fonte: Roland Berger). Molti di questi veicoli, disponibili 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno, saranno completamente elettrici e diventeranno anche del tutto autonomi entro la metà del prossimo decennio. Per rendere i veicoli on-demand adatti all’uso quotidiano, essi devono essere connessi ai servizi di mobilità consentendo agli utenti di prenotare i veicoli tramite smartphone, condividere le corse con altri passeggeri e pagare il viaggio. Tra gli altri servizi offerti da Bosch agli operatori delle flotte ci saranno ricarica, riparazione e manutenzione dei veicoli, oltre a pianificazione del percorso e attività amministrative.

Bosch: ecco lo shuttle indipendente e intelligente

Gli shuttle pensati a Bosch saranno indipendenti e intelligenti. Quando le navette arriveranno al punto di raccolta richiesto, gli utenti utilizzano di nuovo il proprio smartphone per identificarsi, grazie al servizio di accesso digitale di Bosch Perfectly Keyless, in grado di riconoscere lo smartphone di un determinato passeggero. L’assale elettrico di Bosch (e-axle) rende le navette molto efficienti e al tempo stesso economiche per i viaggi in città. Il servizio Convenience Charging di Bosch è in grado di stabilire quanto durerà la batteria e dove è possibile ricaricare il veicolo.

Le navette elettriche senza guidatore garantiscono agli utenti un trasporto quasi a zero emissioni e anche molto sicuro. Questo prototipo è in grado di accogliere comodamente quattro passeggeri. Gli schermi per l’infotainment possono essere utilizzati dai passeggeri individualmente o in gruppo. Gli smartphone utilizzano il Wi-Fi a bordo e possono integrarsi alla perfezione con il sistema di infotainment, grazie alla tecnologia di connettività di Bosch. Il servizio concierge, inoltre, trasforma lo shuttle in un assistente personale fornendo indicazioni idi viaggio, consigli, prenotazioni, bollettini meteo e suggerimenti di viaggio in qualsiasi momento.

ARTICOLI CORRELATI