Burger King lancia le consegne a chi è bloccato nel traffico con “Traffic Jam Whopper”

Si chiama Traffic Jam Whooper il nuovo servizio ideato da Burger King per Città del Messico e presto in arrivo in altre città. Un fattorino consegna gli ordini direttamente nelle auto di chi è bloccato nel traffico

Burger King ha appena inventato il “Traffic Jam Whopper” e lo ha sperimentato nel luogo più trafficato al mondo: Città del Messico. In città che in Italia ancora non esistono come Roma rimanere diverse ore bloccati nel traffico non è per nulla strano. Se ho fame o semplicemente voglia di riempire il tempo con un hamburger, a Città del Messico posso farlo ordinando direttamente dall’App dedicata di Burger King, così  un fattorino svicola tra le corsie del traffico congestionato per portarmi da mangiare.

Burger King utilizza i dati forniti dagli smartphone con il servizio di localizzazione attivo per calcolare orari e luoghi in cui il traffico risulta più intenso, creando delle inserzioni personalizzate sui tabelloni pubblicitari digitalizzati: “Sarai in fila per altri 56 minuti, ordina un hamburger!”. Una proposta allettante, specialmente se vi siete gettati alle spalle una lunga giornata lavorativa con l’unica prospettiva di arrivare a casa stanchi e affamati. Si tratta di uno dei primi esempi che mette chiaramente in luce gli enormi vantaggi ricavati dalle aziende nell’utilizzare i dati di localizzazione “regalati” dagli utenti.

Per spingere sul servizio e farlo conoscere a più persone possibili, Burger King ha scelto di dialogare attraverso i tabelloni pubblicitari anche con chi ha già acquistato il proprio panino con messaggi del tipo “Ehi, Josh su di una Honda Civic Rossa: il tuo hamburger arriva tra 6 minuti!”

Visto lo straordinario successo avuto a Città del Messico, il Traffic Jam Whopper verrà portato anche a Los Angeles, Shanghai e San Paolo, altre città nelle quali trovarsi nel traffico significa perdere la cognizione del tempo. In Italia (come d’altronde nel resto d’Europa) il servizio farebbe fatica a decollare a causa del Codice della Strada: serpeggiare nel traffico su di un mezzo a due ruote è al limite della legalità così come, d’altronde, lo è mangiare alla guida.

ARTICOLI CORRELATI