Chevrolet Spark, i tre allestimenti della gamma della piccola monovolume

La piccola monovolume americana è stata rivista per il 2013. Ora presenta un look più accattivante all’avantreno, in modo da non passare inosservata agli occhi degli automobilisti

Citycar monovolume dalla linea sbarazzina, la Chevrolet Spark si presenta con un frontale rinnovato per il 2013. La rivale della Hyundai i10 e della Volkswagen Up! è in grado di ospitare quattro adulti senza stringersi troppo. Tre gli allestimenti disponibili: LS, LT e LTZ. La LS ha la  chiusura centralizzata,  i poggiatesta posteriori, il sedile di guida regolabile in altezza, ma non la radio, gli alzacristalli elettrici anteriori e i fendinebbia (di serie sulle altre versioni).

L’allestimento LT offre, in più, la cornice della griglia cromata e le maniglie esterne, lo spoiler posteriore, gli specchietti retrovisori esterni e il paraurti in tinta con la carrozzeria. E poi il climatizzatore, il bagagliaio illuminato, il coprivano bagagli, la tasca posteriore nel sedile del passeggero e il volante regolabile in altezza. In aggiunta, l’ingresso Usb con connettività per IPod. Il top della gamma, però, si raggiunge con l’allestimento LTZ.

In questo caso, oltre agli accessori per la versione LT, compresi nel prezzo ci sono gli alzacristalli elettrici posteriori, i cerchi in lega da 15 pollici, le barre sul tetto, le minigonne laterali, il paraurti “Sporty look”, il computer di bordo, le alette parasole lato guida e passeggero con specchietto di cortesia e il volante in pelle con comandi audio. Come optional, invece, si possono scegliere i sensori di parcheggio posteriori (205 euro), la vernice metallizzata (405 euro), il navigatore (860 euro) e l’ESP (355 euro, non previsto però per i modelli a Gpl).

Sia il 1.0 che il 1.2 sono abbastanza lineari nell’erogazione della potenza (rispettivamente di 68 CV e 82 CV). Le vibrazioni sono limitate. Bassi i consumi. Entrambi i motori hanno bisogno di 5,1 litri di benzina per percorrere 100 chilometri nel ciclo combinato, 4,2 litri in autostrada e 6,6 litri in città. Per quanto riguarda il Gpl, invece, i consumi di attestano sui sette litri ogni 100 chilometri nel misto, sei litri nel percorso extraurbano e 8,6 litri nel traffico cittadino.

ARTICOLI CORRELATI