Chrysler Group risorge sotto la gestione Marchionne

I primi 18 mesi di gestione Fiat permettono a Chrysler Group di quintuplicare il proprio valore di mercato. Il Gruppo pronto per la quotazione in borsa

Chrysler Group sta letteralmente risorgendo sotto la gestione di Fiat e Sergio Marchionne, visto che, secondo quanto emerso da un comunicato dello stesso gruppo statunitense, il valore di mercato di Chrysler negli ultimi 18 mesi è addirittura quintuplicato. Infatti secondo le stime citate, il 31 dicembre 2010 Chrysler Group era valutata 4,8 miliardi di dollari contro i 996 milioni di dollari che il gruppo valeva a giugno 2009, subito dopo il suo fallimento.
Tali stime rendono chiaramente l’idea di come il gruppo stia uscendo da uno dei periodi più bui della sua storia, e sia anzi ormai pronto per essere quotato in borsa, evento questo da ritenersi verosimilmente atteso per la seconda metà del 2011.
Queste stime ed analisi compiute da Chrysler sono utili al gruppo stesso anche per capire le cifre esatte che potrà corrispondere ai propri top manager, tra cui lo stesso Marchionne. Questo perchè fino ad oggi i senior executive sono pagati in parte con azioni societarie che in futuro potranno essere convertite. Basti pensare che nel giugno 2009 un’azione Chrysler valeva 1,66 dollari statunitensi mentre a dicembre 2010 la stessa azione valeva 7,95 dollari.
Dati quindi molto positivi che vengono confermati anche dal fatto che nel 2010 le vendite di auto negli USA sono salite di oltre l’11% dopo quattro anni consecutivi di pesante flessione.

TAGS:
ARTICOLI CORRELATI