Citroën C4 Picasso 2.0 BlueHDi 150 Cv EAT6 Exclusive provata su strada da Infomotori

La Citroën C4 Picasso è la ricca monovolume a cinque posti francese, spaziosa e con un ampio bagagliaio. La linea è molto originale con uno strano taglio dei fanali sul frontale; ottima la sicurezza grazie alle 5 stelle Euroncap nel Crash Test; Infomotori.com ha provato la versione 2.0 BlueHDi Exclusive con cambio automatico a 6 marce EAT6 e 150 Cv.

La Citroën C4 Picasso è una monovolume di medie dimensioni a cinque posti venduta nel nostro paese da metà 2013. La seconda generazione di questa vettura presenta una gamma motorizzazioni a benzina ed a gasolio con potenze che vanno dai 92 Cv della 1.6 Hdi diesel, fino ai 165 della 1.6 THP S&S a benzina. I prezzi partono dai 23.000 € del 1.6 VTi a benzina con 120 Cv fino ai 33.750 € della 2.0 BlueHDi EAT6 con 150 Cv.

PROVA SU STRADA DELLA CITROËN C4 PICASSO 2.0 HDi 150 CV EAT6 EXCLUSIVE

La Citroën C4 Picasso 2.0 BlueHDi 150 Cv EAT6 Exclusive è un’auto prettamente da famiglia, comoda e dotata di ogni comfort. Siamo saliti al volante della versione posta al top della gamma, la 2.0 a gasolio con cambio automatico a 6 marce e 150 Cv, commercializzata ad un prezzo di 33.750 € optional esclusi. Esternamente l’auto è originale, può non piacere a tutti; soprattutto il muso massiccio può sembrare strano per lo stemma che occupa tutta le larghezza dell’auto e confluisce su dei fari che sembrano quasi mal posizionati. Saliti a bordo sembra di essere in un salotto viaggiante, il comfort è ovunque: la filosofia di questa vettura secondo Citroën è quella di un loft, un ambiente lussuoso per chi è a bordo. Il sedili anteriori sono dotati di funzione massaggiante per offrire un totale relax anche nei tragitti più lunghi. 

Tanta l’elettronica in questa vettura a partire dalla strumentazione analogica e molto completa che offre tutte le informazioni relative alla vettura ed allo stato del viaggio. I controlli del climatizzatore e della radio sono dotati di tecnologia touch che dà all’abitacolo un look molto futuristico. Molto buona la visibilità grazie anche ad una superficie vetrata davvero notevole ed ai montanti di larghezza minima. Il cambio è un automatico con leva posta dietro al volante, mette in soggezione la prima volta che si deve utilizzare, ma poi ci si fa l’abitudine. Su strada non ci ha convinto molto la risposta del motore: da 150 CV ci saremmo aspettati più brio in ripresa ed accelerazione (nonostante la casa accrediti l’auto di 207 km/h di velocità massima e 10,1 secondi sullo 0-100 km/h). Ottimi, invece, i consumi: con questa C4 Picasso siamo andati sopra i 15 km/litro anche in città superando abbondantemente in 20 km/litro nei tratti extraurbani. Utile il sistema Start&Stop che spegne l’auto non appena ci si ferma: a destra del tachimetro viene dato anche il dato di quanto tempo l’auto è stata spenta senza consumare ed inquinare.

Eccellenti l’abitabilità anche posteriore così come il vano bagagli molto ampio e ben sfruttabile per accogliere le valigie di una famiglia: in soli 4,43 metri di lunghezza stanno comode cinque persone con una capienza del bagagliaio di 537 litri, un record per la categoria. Due sono le cose di quest’auto che non ci hanno convinti: il sistema di parcheggio automatico è abbastanza complicato da inserire ed utilizzare le prime volte, inoltre in una manovra ha sbagliato a calcolare lo spazio di sosta e siamo dovuti intervenire manualmente per evitare la collisione. Non ci sono neppure piaciute le spie d’emergenza (luci lasciate accese, porte non chiuse e quant’altro): in un auto così confortevole e lussuosa ci saremmo aspettati qualcosa di più sobrio e non dei segnali acustici che sembrano trombe da stadio e che fanno sobbalzare quando si attivano. Nel complesso l’auto ci è comunque piaciuta e la consigliamo a chi percorre molta strada in tranquillità, magari con famiglia al seguito, per andare in vacanza. Per chi vuole inoltre c’è in commercio la versione a 7 posti C4 Grand Picasso.

Pro

Comfort da auto superiore
Bagagliaio ampio e sfruttabile
consumi ridotti
Visibilità eccellente

Contro

Linea del frontale
Ripresa ed accelerazione non all’altezza dei 150 Cv
Sistema di Park Assist impreciso e complesso
Segnalazioni acustiche rumorose e non adeguate al lusso dell’auto

ARTICOLI CORRELATI