USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Coronavirus: rimborso dei viaggi in treno e altro con il modulo online

Per tutti coloro che non hanno più intenzione di partire per il proprio viaggio a causa del coronavirus, il Codacons ha messo a disposizione un modulo di rimborso gratuito

La recente esplosione dell’emergenza causata dal coronavirus ha intaccato la tranquilla routine di gran parte della popolazione italiana: oltre al caos generato dalla paura di contrarre l’infezione, i disagi si sono concretizzati anche nei confronti di tutti quei viaggi programmati per eventi e manifestazioni, non solo verso la Cina o altri Paesi coinvolti ma anche in tutte quelle aree che, per ora, sono apparentemente immuni da questa epidemia.

L’attuale situazione, di conseguenza, può portare alla decisione di rinunciare a qualsiasi tipo di partenza, ed è in questo frangente che il Codacons ha voluto intervenire: tutti coloro che non hanno più intenzione di intraprendere il loro viaggio (di piacere, per un concorso o per altri tipi di manifestazioni) possono chiedere il rimborso delle spese sostenute senza alcuna penale o costo aggiuntivo, utilizzando il relativo modulo online gratuito.

Il fondamento di tale scelta sta nelle “cause di forza maggiore” derivanti dall’emergenza del Coronavirus: per via di quest’ultimo il contratto di trasporto, il soggiorno, il pacchetto di viaggio o la partecipazione a un determinato evento è diventata di impossibile realizzazione. La situazione, quindi, si può inquadrare nell’impossibilità di ricevere la prestazione per la quale è già stato corrisposto il prezzo, con conseguente risoluzione del contratto ai sensi dell’art. 1463 del Codice Civile.

Coronavirus

TRENITALIA E ITALO: COME AVERE IL RIMBORSO?

Entrando nello specifico, tutti i viaggiatori che hanno acquistato un biglietto per Frecce, Intercity, Intercity Notte e Regionale fino al 23 febbraio 2020, Trenitalia effettuerà il rimborso integrale in caso di rinuncia del viaggio per via del coronavirus. Questo avverrà attraverso un bonus elettronico utilizzabile entro un anno dalla sua data di emissione. La richiesta può essere presentata attraverso l’apposito modulo online, rivolgendosi alle biglietterie oppure telefonando al call center dedicato con i numeri 06.3000 oppure 892021.

Nel caso dei biglietti di Italo, il rimborso si concretizza per tutti quei viaggi che dovranno realizzarsi entro il primo di marzo. Le tratte rimborsabili sono tutte quelle impattate dall’epidemia del coronavirus nel Nord Italia e non quelle relative alla Campania (Salerno e Napoli), al Lazio (Roma) e alla Toscana (Firenze). Il rimborso avverrà tramite Voucher da utilizzare per altri viaggi che andranno effettuati entro il 31 luglio 2020. La richiesta può essere presentata attraverso il call center 060708 oppure inviando il relativo modulo all’indirizzo cancellazioni@ntvspa.it indicando il codice del biglietto.

Coronavirus rimborso treni

EASYJET E RYANAIR: PER IL MOMENTO NESSUN RIMBORSO

Discorso molto differente per quanto riguarda tutti i viaggi in aereo verso le principali località italiane. La cancellazione e i numerosi ritardi di tutti i voli organizzati dalle compagnie low cost come Ryanair ed EasyJet hanno causato un forte malcontento generale, soprattutto nei confronti di centinaia di turisti britannici che si sono visti rifiutare il rimborso del loro biglietto.

Secondo quanto riportato dal Daily Mail, molti viaggiatori hanno anche disdetto le loro prenotazioni verso le località italiane più colpite (Lombardia e Veneto) e non si sono presentate ai varchi d’imbarco, per paura di contrarre l’infezione del coronavirus. Tutti coloro che, invece, hanno scelto di volare comunque, sono stati costretti a modificare il loro biglietto, pagando la relativa differenza di prezzo senza alcun rimborso.

Il motivo? Lo ha spiegato un portavoce di EasyJet a MailOnline: “Siamo consapevoli che le autorità italiane stanno adottando alcune misure aggiuntive in risposta ai casi di coronavirus (COVID-19) nel paese. Al momento non vi è alcuna modifica ai consigli per le compagnie aeree o i clienti, quindi i nostri voli funzionano normalmente e continuano ad applicarsi termini e condizioni standard sui biglietti“.

Coronavirus rimborso aerei

TAGS:
RUOTE IN RETE