FCA e Google: accordo per guida autonoma è ufficiale

La partnership tra il Gruppo FCA e Google per la guida autonoma è stata convalidata. La tecnologia del colosso americano verrà utilizzata su cento esemplari di Chrysler Pacifica.

È ufficiale, il Gruppo FCA e Google collaboreranno per lo sviluppo della guida autonoma. Alphabet e FCA, tramite un comunicato, hanno reso pubblico l’accordo che vedrà coinvolte cento Chrysler Pacifica in versione ibrida nel progetto di guida autonoma. Il team di tecnici che si occupano della Google Car, con a capo Chris Urmson, lavoreranno insieme al team del Gruppo FCA per importare questa tecnologia nei cento minivan. Il luogo di lavoro è situato nel sud est del Michigan e le Pacifica saranno dotate sia di hardware con sensori, Lidar e radar, che di software e algoritmi di Googleper muoversi in totale autonomia.

Le vetture inizieranno i test nella seconda metà del 2016 e il tester avrà la sola funzione di supervisionare il corretto andamento dei test. La collaborazione è stata siglata principalmente grazie a Sergio Marchionne e al Ceo della Google Car John Krafcik, che ha affermato: “Lavorare con Google ci dà la possibilità di instaurare una partnership con una delle aziende tecnologiche più avanzate del mondo – ha detto Marchionne – L’esperienza maturata da entrambe le società sarà fondamentale per sviluppare soluzioni automotive in grado di tradursi in benefici per la clientela di vasta portata.

Il Gruppo FCA ha un team di ingegneri agile e con grande esperienza, e la Pacifica è adatta ad ospitare la nostra tecnologia”. Google, riguardo alla collaborazione con il Gruppo FCA, ha dichiarato che sarà possibile “accelerare lo sviluppo di un’auto a guida autonoma”, garantendo così una maggiore sicurezza sulle strade e di “favorire la mobilità di chi non può guidare”. Le auto che fanno parte del progetto di guida autonoma sono 21 Lexus RX 450h e 33 koala car, alle quali si aggiungeranno le cento Chrysler Pacifica. Stando al comunicato, non è prevista una produzione su larga scala della Google Car, ma dalle affermazioni di Marchionne si può immaginare che l’accordo con Alphabet potrebbe portare a un progetto più ampio.

TAGS:
ARTICOLI CORRELATI