USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Ferrari: Louis Camilleri si dimette, subentra John Elkann

Con un annuncio a sorpresa il manager che è stato il successore di Sergio Marchionne ha deciso di dare le proprie dimissioni ad effetto immediato dal ruolo di amministratore delegato del Cavallino Rampante

Un fulmine a ciel sereno: a causa di “motivi personali”, Louis Camilleri ha deciso di dimettersi dal ruolo di Amministratore Delegato e di membro del Consiglio di Amministrazione della Ferrari. Si tratta di una presa di posizione con effetti immediati, che farà subentrare il già Presidente del Cavallino John Elkann nel primo compito e che costringerà gli altri membri del Consiglio a trovare velocemente un successore al manager maltese, a sua volta subentrante a quel Sergio Marchionne morto il 25 luglio del 2018.

In questo lungo periodo di due anni e mezzo Camilleri ha saputo far rialzare la testa alla factory di Maranello non solo in borsa, ma anche nella produzione di modelli stradali e da pista che sono ammirati e venerati da tutti gli appassionati delle quattro ruote. Meno fortunata l’esperienza dell’era Camilleri in Formula 1, caratterizzata da pochi successi e da tanti problemi da risolvere che vedono costretti Charles Leclerc e Sebastian Vettel, ormai vicinissimo a lasciare la tuta in Rosso a favore dello spagnolo Carlos Sainz Jr, a portare in pista una monoposto poco competitiva su ogni pista del Mondiale.

F1 2020 GP Spagna Barcellona Vettel Ferrari

Si tratta di una situazione difficile da affrontare, per la quale ora il Presidente Elkann assumerà il ruolo di AD “ad interim” mentre il Consiglio di Amministrazione dovrà trovare un sostituto che sappia continuare il comunque ottimo lavoro svolto da Camilleri: “La Ferrari ha fatto parte della mia vita e servirla come amministratore delegato è stato un grande privilegio – ha commentato l’ormai ex-amministratore delegato del Cavallino Rampante – La mia ammirazione per gli straordinari uomini e donne di Maranello, per la passione e la dedizione che mettono in tutto ciò che fanno è illimitata. Sono orgoglioso dei numerosi risultati raggiunti dalla società dal 2018 e so che gli anni migliori della Ferrari devono ancora venire“.

Queste, invece, le parole di John Elkann, pronunciate in una lettera consegnata a tutti i dipendenti della Casa di Maranello: “Sono sinceramente grato per tutto ciò che ha fatto Louis per la Ferrari e in particolare per il suo contributo nel momento molto difficile seguito alla prematura scomparsa di Sergio nel luglio 2018. Louis ha mostrato un incrollabile senso di responsabilità, assicurando continuità alla nostra organizzazione e guidando la Ferrari verso il futuro con un piano strategico ambizioso e lungimirante. Il suo impegno è stato totale, come la fedeltà ai principi del nostro fondatore Enzo Ferrari. Ancora una volta vorrei esprimere i nostri più sinceri ringraziamenti a Louis per la sua incondizionata dedizione nel ruolo di nostro amministratore delegato dal 2018 e di membro del Consiglio di Amministrazione dal 2015. La sua passione per Ferrari è sconfinata e sotto la sua guida la società si è ulteriormente affermata come una delle più grandi al mondo, capitalizzando il suo patrimonio davvero unico e la sua continua ricerca dell’eccellenza. Auguriamo a lui e alla sua famiglia un lungo e felice periodo di pensionamento“.

Louis Camilleri Ferrari

TUTTO SU Ferrari
Articoli più letti
RUOTE IN RETE