USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Ferrari Timossi Arno XI: il motoscafo del Cavallino Rampante è all’asta!

L'idroplano con motore Ferrari V12 che ha siglato il record mondiale di velocità sull'acqua nel 1953 è ora in vendita. La base d'asta? Si parla di una cifra molto vicina ai 12 milioni di dollari

Una Ferrari in versione “motoscafo” capace di firmare il record assoluto di velocità sull’acqua della categoria 800 kg in 242,708 km/h: sogno o realtà? Come altre invenzioni audaci proposte nel mondo automotive, anche questa è autentica al 100%! Nel 1953 l’ingegnere e Campione di motonautica Achille Castoldi prese la decisione di costruire uno speciale idroplano presso i Cantieri Timossi di Azzano di Tremezzina, in provincia di Como, che sarebbe servito a battere, appunto, il primato di velocità sul Lago d’Iseo.

Il suo nome? Ferrari Timossi Arno XI, equipaggiato, com’è lecito aspettarsi a questo punto, da un propulsore del Cavallino Rampante: si trattava di un V12 da 4.5 Litri capace di erogare una potenza di 385 cavalli, lo stesso utilizzato dalla Ferrari 375 impiegata nel Campionato di Formula 1 del 1951. Un progetto del genere, con tanto di scafo dipinto in Rosso Ferrari, non poteva passare inosservato al “Drake”, che venne quindi coinvolto con lo scopo di fornire il miglior materiale possibile per riuscire nell’impresa.

Ferrari Timossi Arno XI

Enzo Ferrari chiamò in causa l’ingegnere Stefano Meazza, che subito si mise al lavoro per migliorare il rapporto di compressione del propulsore e per introdurre un sistema a doppi magneti e due possenti compressori volumetrici, al fine di ottenere una potenza massima ancora più elevata: da 385 il Timossi Arno XI si presentò sulle acque del Lago d’Iseo con un output prestazionale di quasi 600 cavalli, che furono sufficienti a staccare un primato che resiste tutt’oggi a distanza di quasi settant’anni.

Le vistose modifiche effettuate, tuttavia, crearono diversi scompensi sul motore dell’Arno XI, che venne quindi riportato alla potenza originale di 385 cavalli: venduto successivamente a Nando Dell’Orto, questo idroplano venne sistemato a dovere sia a livello di aerodinamica che di peso complessivo, il quale lo fece passare nella categoria dei 900 kg dove, nel 1965, ottenne un prestigioso secondo posto sempre in fatto di record di velocità sull’acqua. Da quel momento è stato utilizzato per alcune esibizioni di motonautica e nulla di più, prima di passare nelle mani della divisione Ferrari Classiche che lo ha prontamente restaurato in vista della sua messa in vendita all’asta gestita dalla società americana duPont Registry.

Il suo prossimo proprietario potrà acquistare un vero pezzo unico della storia del Cavallino Rampante, con tanto di documenti e fotografie originali dell’epoca che impreziosiranno l’attestato che certifica il raggiungimento del record del 1953. Il Ferrari Timossi Arno XI, tuttavia, non è stato un esemplare one-off, perchè un primo modello è già stato venduto nel 2012 dalla casa d’aste RM Sotheby’s per 868mila Euro: il protagonista di questo articolo, invece, costerà molto di più, perchè la base è fissata a 12 milioni di dollari. In ogni caso, questo motoscafo motorizzato Ferrari godrà di un’esclusività mai vista prima d’ora: se ve lo potete permettere, non pensateci due volte e fate un’offerta!

Ferrari Timossi Arno XI

TUTTO SU Ferrari
Articoli più letti
RUOTE IN RETE