Fiat Doblò – Test Drive

Fiat Doblò è tutto nuovo: elegante e ben rifinito, conserva la versatilità del modello precedente guadagnando fascino. Ecco come và, dopo la nostra approfondita prova torinese

Fiat Doblò – Test Drive Torino – E’ completamente nuovo. Di vecchio ha soltanto il nome, Doblò e qualche altro particolare, come per esempio le pinze dei freni. Naturalmente stiamo parlando del veicolo che la Fiat lancerà sul mercato all’inizio del 2010, al prezzo d’attacco di 13.900 euro e con l’obiettivo di venderne 90 mila esemplari nell’arco di 12 mesi. Pur derivando dal vecchio veicolo commerciale, nato 9 anni fa, il nuovo Doblò è decisamente elegante, con un’ampia superficie vetrata e tanto spazio nell’abitacolo. Secondo Lorenzo Sistino, amministratore delegato di Fiat Auto, Doblò edizione 2010 è indirizzato alle famiglie con più figli, desiderose di un’auto informale ma dalla forte personalità. Questa vettura, della lunghezza di quasi 4,40 metri, piacerà anche alle comunità e alle società sportive. Grazie poi al pacchetto Family, che però è optional di mille euro, è possibile aggiungere altri due posti comodi ai tradizionali 5. Certo però che, in conformazione 7 posti, il bagagliaio sparisce quasi del tutto. Insomma, Fiat con questa seconda generazione del Doblò prova a far dimenticare le radici commerciali del modello per mettere l’accento sulle caratteristiche di veicolo multiuso. Lo si intuisce dall’immagine, che non ha nulla di un mezzo da lavoro. Infatti il design è contraddistinto da un frontale muscoloso con fari a goccia ristilizzati e l’inedita calandra sulla quale è montata una mascherina a nido d’ape. Completamente rinnovato anche il posteriore che presenta un grandissimo portellone metà del quale è in cristallo, che chiude un bagagliaio la cui capienza varia da 790 a 3.200 litri con i sedili abbattuti. Inoltre le porte per accedere ai posti posteriori sono scorrevoli. Secondo Lorenzo Sistino, il nuovo Doblò racchiude i pregi di tre vetture: del monovolume, del multispazio e della station wagon. E ripropone e rilancia lo spirito di Fiat Qubo (venduto quest’anno in oltre 26 mila esemplari), fatto di semplicità, informalità e attenzione alle cose che contano. Con questo spirito Doblò propone una nuova dimensione del vivere l’auto: il family space, che significa tanto spazio per le persone e le proprie passioni, da condividere con la famiglia e con gli amici, in un’auto sicura, ecologica e con forte personalità. Tre sono le versioni previste: Active, Dynamic ed Emotion mentre quattro le motorizzazioni, di cui una a benzina, la 1.4 da 95 cavalli  e 161 km/h di velocità massima. Tre i Diesel Multijet: 1.3 da 90 cavalli e 156 km/h di velocità massima, 1.6 da 105 e 164 km/h e 2.0 da 135 cavalli e 179 km/h di velocità di punta; sono dotati, di serie, del sistema Start& Stop, di Abs, Esp con Hill Holder per le partenze in salita e del filtro antiparticolato, naturalmente riservato ai tre propulsori a gasolio. Il prezzo base, lo abbiamo accennato sopra, di 13.900 euro, si riferisce al modello 1.4 benzina; per ottenere il Diesel ci vorranno in aggiunta 1.500 euro. Da rilevare inoltre che più avanti saranno disponibili una versione Natural Power con doppia alimentazione benzina e metano e un ulteriore Diesel con cambio robotizzato Dualogic. Particolarmente brillanti e progressivi nell’erogazione di coppia i propulsori del Doblò; forse un po’ meno il benzina.

TAGS:
ARTICOLI CORRELATI