Fiat Freemont Test Drive versione 2.0 Multijet 170 cv

Abbiamo provato Fiat Freemont su diversi percorsi per darne una valutazione completa ed esaustiva: motore grintoso, grandi spazi interni e prezzo estremamente interessante.

FIAT FREEMONT TEST DRIVE

Proviamo la versione 2.0 Multijet della fortunata Crossover Fiat Freemont con un sofisticato motori Turbodiesel spinto da 170 cavalli e con 350 Nm di coppia, a trazione integrale e con cambio automatico e sequenziale.
Salendo a bordo di Fiat Fremont siamo accorti da interni estremamente confortevoli e ben equipaggiati. La sensazione è forte ed estremamente piacevole grazie agli spazi ampi e pronti ad accogliere una famiglia numerosa, rivolti in modo particolare anche a persone attive amanti dei viaggi e dello sport.
Ci mettiamo alla guida e proviamo la versione a nostra disposizione su diversi terreni, dal ciclo urbano al percorso autostradale, da brevi fuoristrada a strette e dissestante strade di campagna.
Il percorso scelto è volutamente vario ed impegnativo: l’obbiettivo quello di saggiare il propulsore turbodiesel 2.0 da 170 cavalli, la ripresa in accelerazione e la stabilità di guida.

SENSAZIONI DI GUIDA DURANTE LA PROVA DELLA FREEMONT 2.0 MULTIJET 170 CV
Già dai primi chilometri percorsi il propulsore diesel appare elastico e grintoso nonostante l’imponenza della vettura (4,89 metri di lunghezza; 1,88 di larghezza e 1,72 metri di altezza per un peso di 1.874 kg). Il motore 2.0 Turbodiesel porta a spasso gli occupanti senza affannarsi e nei tratti di saluta non ha nessun cedimenti, anzi un buon piglio veloce senza però esagerare.
Il brio è dato anche dalla coppia 350 Nm è già disponibile a 1.750 giri/minuto e fino a 2.500, che permette riprese più che sufficienti per una vettura di queste dimensioni.
Il cambio automatico sequenziale è un 6 marce progettato per la massima sicurezza in condizioni estreme, ma la fluidità negli innesti si sente già nel suo utilizzo quotidiano e in modo particolare in città: gli innesti sono dolci e rapidi anche se a volte sale di marcia a regimi leggermente alti.
Procediamo con la nostra prova e ci concentriamo sul sistema All Wheel Drive: appena una delle ruote motrici anteriore perde aderenza, una centralina elettronica avverte il problema e trasferisce prontamente parte fino il 50% della coppia motrice alle ruote posteriori. Un sistema di “dosaggio” che ci conquista ed incrementa l’ottima stabilità della Freemont anche lanciata a significative velocità.

IMPRESSIONI FINALI DOPO LA PROVA DI FIAT FREEMONT

Ottima viaggiatrice, Freemont conquista per il motore e la stabilità, la sicurezza e il cambio dolce. Nelle manovre cittadine la visibilità posteriore è ottima rendendola una vettura adatta anche a piccoli spostamenti urbani. Unico neo i consumi non certo parchi, soprattutto in città (consumo urbano 9.6 l/100 Km; Consumo extra urbano 6.0 l/100 Km; consumo combinato 7.3 l/100 Km) che viene però compensato da un prezzo di listino estremamente interessante.
La motorizzazione da noi provata è disponibile con allestimento urban a 33.150 € o con allestimento Louge full optional a 35.150 €, il listino però ha un prezzo di ingresso al mercato stuzzicante di 26.650 euro per il 2.0 Multijet 140 cv diesel. (Consulta il Listino prezzi di Fiat Freemont su Infomotori per saperne di più)

A fronte di questi dati Fiat Freemont si candida come vettura di grande appeal all’interno del suo segmento e grazie ad un ottimo rapporto qualità prezzo sfida crossover best seller come Audi Q5 e BMW X5.

ARTICOLI CORRELATI