Fiat Uno Ecology

Non solo ibride, non solo elettriche: la strada dell'ecosostenibilità passa anche per il riciclaggio dei materiali plastici e attraverso l'utilizzo di materiali di derivazione vegetale: questo il concetto alla base del prototipo Fiat Ecology concept

Fiat Uno Ecology: l’emanazione brasiliana di Fiat ha divulgato le prime immagini del prototipo Fiat Uno Ecology. SI tratta di una versione della recentissima citycar particolarmente attenta ai temi dell’impatto ambientale e del riciclaggio dei materiali. Questa Uno monta sul tetto dei pannelli solari in grado di ricaricare tutti i gadget elettronici installati a bordo come telefonino, smartphone, notebook, navigatore satellitare e lettore MP3. Spinta da un parco quattro cilindri di 1.0 litro alimentato a metanolo, la Uno Ecology ha i paraurti sono in un materiale derivato dal midollo delle canne da zucchero, i tappetini sono ricavati da bottiglie di plastica riciclate, mentre i sedili sono rivestiti da una stoffa ricavata dalle fibre del cocco. La Uno “standard” è lunga 3 metri e 77 centimetri a metà tra Fiat Panda e la sorella maggiore Grande Punto (da quest’ultima ha ereditato il pianale), larga 1,66 metri e alta 1,55 per un peso complessivo di soli 900 Kg. Da queste immagini si capisce come i designer del Lingotto si sono allontanati dal concept della Punto e della originale Uno, avvicinandosi verso linee più curve, inserendo anche alcuni richiami della prima Panda, come la calandra asimmetrica. Gli interni invece saranno più spaziosi rispetto a quelli delle rivali.
Se venisse venduta anche in Italia crediamo andrebbe a sostituire la Punto Classic. Il prezzo dovrebbe essere molto aggressivo perché questa nuova Uno sarà destinata, al momento, al mercato sudamericano e, successivamente, a quello europeo e russo, andando a fare concorrenza diretta alle piccole asiatiche, presentandosi con allestimenti differenti.
Riguardo alle motorizzazioni si può escludere allora il MultiAir perché alzerebbe il prezzo finale e si potrebbe ipotizzare che la nuova Uno sarà spinta da un propulsore da 1 litro a benzina da 70-75 CV ed un 1.4, sempre benzina, da 100-105 CV. La Uno verrà prodotta negli stabilimenti in Brasile e successivamente in quelli serbi di proprietà Zastava per essere commercializzati anche in Europa. Tornando alla Uno Ecology, dovrebbe anticipare diverse soluzioni che vedremo nei futuri modelli della casa italiana.

ARTICOLI CORRELATI