Ford Puma: il SUV compatto diventa anche elettrico

La tecnologia Ford EcoBoost Hybrid ottimizzerà l'efficienza nei consumi della Puma garantendo comunque al motore una potenza pari a 155 CV. Ampio il bagagliaio, con una capienza di 456 litri

Ford ha sfruttato l’appuntamento del Go Futher Event per svelare la prima immagine dell’attesa Ford Puma, il crossover compatto di ispirazione SUV nato con l’intento di unire un design accattivante con una capacità di carico e una flessibilità del bagaglio best in class e la tecnologia Mild-Hybrid con batterie a ioni di litio da 48 volt. Ford Puma arriverà negli showroom della casa alla fine del 2019.

Ford Puma: le caratteristiche

Ford crede fortemente nel progetto Puma, tanto da fare un importante investimento economico, pari a 1.5 miliardi di euro a partire dal 2008 per realizzare lo stabilimento di Craiova, in Romania, dove la vettura verrà creata. La prima immagine della Puma rivela importanti tratti distintivi tra cui i fari posti sulla parte superiore della fiancata e le linee atletiche e accattivanti, oltre a proporzioni da crossover compatto con una maggiore altezza da terra, per una guida comoda e sicura e una capienza del bagagliaio senza compromessi di 456 litri. Sviluppata per soddisfare una chiara esigenza dei clienti in termini di spazio e di flessibilità del bagagliaio, l’innovativa soluzione di carico della Puma offre uno spazio ampio e versatile che è in grado di ospitare comodamente due sacche da golf in posizione verticale.

La tecnologia Ford EcoBoost Hybrid ottimizzerà l’efficienza nei consumi della Puma garantendo potenza al motore fino a 155 CV. Uno starter/generator, azionato da una cinghia, (BISG) consente il recupero e lo stoccaggio dell’energia che solitamente si disperde durante la frenata, per caricare la batteria agli ioni-litio da 48 volt raffreddata ad aria. Il BISG agisce anche come motore e si integra perfettamente con l’EcoBoost 1.0 da 3 cilindri, utilizzando l’energia immagazzinata dalla batteria, per fornire coppia addizionale nelle normali condizioni di guida, riducendo così l’attività del motore termico e massimizzando il risparmio dei consumi.

Stuart Rowley, presidente di Ford Europe, si è detto molto soddisfatto: “Progettata in modo innovativo e accattivante, pensiamo che la Puma incontrerà i gusti dei clienti europei amanti delle auto compatte. Se vuoi un’auto che sia in grado di far girare la testa ai passanti il venerdì sera e, allo stesso tempo, sia in grado di trasportare comodamente le scatole dei tuoi mobili il sabato pomeriggio, allora l’hai trovata. Abbiamo fatto di tutto per dare ai clienti la flessibilità che desiderano, con uno stile contemporaneo ed evocativo, in modo che possano guidare l’auto più bella che abbiano mai posseduto”.

ARTICOLI CORRELATI