USATA
cerca auto nuove
NUOVA

GAC Aion V punta sulle batterie al grafene: la ricarica è da record

GAC Aion V è il primo SUV ad adottare il grafene come materiale principale per gli accumulatori. I tempi di ricarica sono incredibili: otto minuti per arrivare all’80% della capacità (partendo da zero). L'auto debutterà in Cina una autunno

Se le lunghe attese per ricaricare le batterie vi sembrano un ostacolo insormontabile per abbandonare le auto a motore termico per passare a una elettrica, alla fine di questo articolo potreste cambiare idea o per lo meno vedere la situazione sotto un’altra prospettiva.

GAC Aion V: il SUV elettrico che si ricarcia in una manciata di minuti

Le auto elettriche sono una realtà sempre più importante nella mobilità di tutti i giorni e la sfida tra le case ha portato a un miglioramento delle performance dei veicoli nel loro complesso e in particolare delle batterie, con una durata sempre maggiore e tempi di ricarica costantemente ridotti. Ora siamo in presenza di un veicolo che si ricarica in appena otto minuti. L’auto in questione è il GAC Aion V e il suo segreto sta nell’utilizzo del grafene. Il SUV di cinese dovrebbe fare il suo debutto in oriente a settembre e ha già gli occhi di critica e curiosi puntati. Secondo quanto riportato da cnevpost.com, collegando Aion V 3C a una colonnina superfast in corrente continua (DC) è stato possibile caricare completare da 0 all’80% della ricarica in 16 minuti e in 10 minuti per passare dal 30% all’80%. La versione 6C top di gamma ha tempi ancora più brevi: da 0 all’80% in otto minuti e cinque minuti per passare dal 30 all’80%.

Valori impressionanti che, secondo la casa, però non avranno ripercussioni sulla durata delle batterie che permetteranno di percorrere fino a un milione di chilometri senza cali di prestazione. Altissimo anche il livello dell’autonomia che dovrebbe essere di circa 1.000 chilometri. Tutto questo è possibile grazie alla scelta di utilizzare grafene come materiale principale degli accumulatori: grazie alle sue proprietà questo elemento, se impiegato nelle batterie agli ioni di litio come elettrodo, permette prestazioni eccezionali nell’immagazzinare energia riducendo i tempi di ricarica. Il debutto sul mercato cinese della vettura sarà un primo banco di prova per capire se l’innovazione presentata dal brand sarà effettivamente in grado di ridefinire gli standard delle vetture elettriche o se si tratta di una bufala. Gli occhi del mondo della quattro ruote sono tutti punti su GAV.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE