Gumpert Apollo R

La casa di Altenburg porta al Salone di Ginevra 2012 una versione ancor più estrema della propria supercar destinata all'utilizzo solamente su pista

Gumpert presenta nel corso dell’importante rassegna svizzera del Salone di Ginevra 2012 una supercar così estrema da non essere omologata per l’utilizzo stradale. La Gumpert Apollo R è quindi la versione ancora più cattiva della Gumpert Apollo presentata tempo fa dalla casa di Altenburg.

Questa versione super sportiva è quindi pensata e realizzata per determinate competizioni GT come ad esempio la celeberrima 24 Ore del Nurburgring, una gara che già nel 2008 vide la partecipazione di una Apollo Hybrid, segno tangibile che tale competizione è di sicuro gradimento ai tecnici Gumbert.

Il telaio è ovviamente rinforzato per poter partecipare a questo tipo di competizioni e vede l’utilizzo di una roll bar e di altre componenti prettamente da competizione, mentre al contempo è stato eliminato tutto il superfluo come può essere il sistema di navigazione o l’impianto audio. Tutti questi accorgimenti hanno permesso alla Gumpert Apollo R di raggiungere un peso di soli 1.100 kg, un valore davvero esiguo per una vettura del genere. I comandi si trovano al volante, permettendo così di eliminare non solo il cambio ma anche il pedale della frizione.

Il propulsore della Apollo è stato poi ulteriormente potenziato, permettendo al V8 4.2 litri (derivato da quello dell’Audi R8) di avere una maggiore resa, grazie anche a nuovi terminali di scarico che portano l’estrema vettura a poter contare su ben 860 CV.

ARTICOLI CORRELATI