USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Il rifornimento di carburante si paga con Amazon Alexa

Basterà attivare l'assistente vocale per pagare il rifornimento alle pompe di benzina statunitensi: Alexa confermerà la posizione della stazione di servizio, attivando l'erogazione di carburante

Alexa, paga il carburante!“, basterà dire così negli USA quando è il momento di fare rifornimento. In questo modo l’assistente vocale di Amazon utilizzerà la geolocalizzazione della vettura individuando la posizione della stazione di benzina e attivando la rispettiva pompa, tramite la quale gli automobilisti americani dovranno solamente scendere dal mezzo… e fare il pieno.

Si tratta di un nuovo e innovativo metodo che, in tempi di pandemia Coronavirus, garantisce quella sicurezza in più per ripristinare il livello del serbatoio della propria automobile sfruttando le pompe self-service delle 11.500 stazioni marchiate Exxon e Mobil. Grazie alla collaborazione messa in piedi da Amazon e Fiserv, azienda leader nella gestione dei pagamenti e-commerce, si potrà quindi utilizzare le informazioni contenute nel proprio account Amazon e sfruttare i servizi Amazon Pay ed Echo Auto, che di fatto si possono attivare attraverso l’assistente Alexa con un semplice comando vocale.

Quest’iniziativa, per il momento, sarà riservata esclusivamente agli Stati Uniti, ma se otterrà successo arriverà molto probabilmente anche in Europa. Soprattutto per il fatto che l’intera operazione è gestibile attraverso la specifica app presente sui sistemi iOS e Android degli smartphone. In questo modo niente più contanti o carta di credito alla mano… ma solo la pompa di benzina per proseguire il proprio viaggio.

Benzina auto

Articoli più letti
RUOTE IN RETE