Jeremy Clarkson: “La Formula 1 fa schifo, ecco come riportarla in alto”

Il noto conduttore tv inglese: "Io vorrei tornare a vedere scene come Villeneuve-Arnoux. Basta con i costruttori che mortificano lo spettacolo per ragioni di marketing e investimenti. La F1 deve tornare a essere uno sport"

Tutti ci proviamo, ma sono davvero pochi quelli che riescono a resistere guardando un gran premio di Formula 1 dall’inizio alla fine senza incappare nel tradizionale “pisolino da gara”. Non ci si abbiocca solo guardando le gare che si svolgono dall’altra parte del mondo a orari proibitivi, ma spesso accade anche durante i GP europei perché, diciamocelo, la F1 dei giorni d’oggi è troppo prevedibile e quindi noiosa.

Jeremy Clarkson ha il rimedio contro la F1 noiosa

Un’idea al quanto originale su come ravvivare le gare di Formula 1 arriva da Jeremy Clarkson. Secondo il noto conduttore inglese, il vero problema sta nel regolamento troppo rigido, che ha portato a un progressivo abbassamento del tasso di lotta e quindi spettacolarità all’interno delle gare.

Cosa fare quindi? Semplice: premiare con dei punti aggiuntivi i piloti che guidano in maniera spericolata anziché penalizzarli. Questo probabilmente non accadrà mai e il buon Clarkson lo sa bene, ma già che c’è ha argomentato la sua tesi aggiungendo che i piloti dovrebbero essere dotati di vetture in grado di subire urti più forti, in maniera che queste non si danneggino al primo contatto tra ruote o carrozzeria. “Io vorrei tornare a vedere scene come Villeneuve-Arnoux. Basta con i costruttori che mortificano lo spettacolo per ragioni di marketing e investimenti. La Formula 1 deve tornare a essere uno sport“, ha detto. Gente come Max Verstappen potrebbe anche essere d’accordo, ma cosa penserà il resto del paddock?

ARTICOLI CORRELATI