Le 30 più interessanti nuove auto del 2016

Il 2016 è anno di grandi novità automobilistiche. Infomotori.com vi propone le migliori 30 con una guida dalla A alla Z che include Alfa Romeo Giulia, BMW Serie 5, Fiat 124 Spider, Jaguar F-Pace, Kia Sportage, Opel Zafira Maserati Levante, Mercedes Classe E, Renault Megane, Tesla Model X, Toyota Prius e Volkswagen Tiguan.

Le novità auto più interessanti del 2016

Il 2015 ha portato tante novità auto ed il 2016 sarà ancora più ricco così come il 2017, 2018 e 2019 che affronteremo prossimamente.  Eccovi la nostra guida per non perdervi le migliori, anche se a queste trenta ne potremmo aggiungerne altrettante se andassimo sulle nicchie e sulle ipersportive vendute però in pochi pezzi all’anno. Infomotori ha preferito focalizzarsi su quelle più o meno abbordabili, ma senza esagerazioni  per le quali ci riserviamo un articolo ad hoc

Abarth si risveglia con 124 e forse 500X

Dopo anni di tranquillità focalizzata sulla 500 sviluppata in tutte le salse, il 2016 porta finalmente una estensione della gamma con la tanto attesa Abarth 124 con almeno 200 CV sotto il cofano. Accanto alla scoperta, la marca dello Scorpione potrebbe offrire uno splendido bis se FCA darà l’ok per la tanto chiacchierata Abarth 500X con cui Fiat potrebbe sfidare ad armi pari le sempre più numerose compatte sportive guidate dalla Nissan Juke Nismo.

Alfa Romeo Giulia ed Alfa Romeo SUV

Doveva arrivare in concessionaria nella primavera 2016 ed invece la nuova Alfa Romeo Giulia si deve attendere almeno fino al prossimo autunno ed ancora più avanti la Alfa SUV basata sulla stessa piattaforma della tanto attesa Giulia che finora si è fatta vedere nell’allestimento Quadrifoglio Verde spinto da un V6 tre litri turbo da 503 CV  e che sarà disponibile anche con propulsori più adatti per il nostro mercato.

Audi A5 dopo la A4

Nonostante la tempesta del Dieselgate, Audi non ammaina la bandiera ma anzi dopo la nuova A4 nel 2016 propone la A5 basata sulla stessa piattaforma e quindi ancora più leggera e tecnologica. Prima arriva la Audi A5 due porte coupè e successivamente la più funzionale 5 porte Sportback che unisce design sportivo alla praticità di una berlina. I motori saranno ovviamente quelli della nuova famiglia A4 con un 2 litri TDI da 148 con emissioni molto basse.
In Casa Audi ricordiamo anche l’arrivo nel 2016 della S4, della Q5 che riprenderà i canoni stilistici della nuova Q7 e soprattutto la compatta crossover Q1 attesa per settembre che sfida Mercedes GLA e BMW X1.

BMW Serie 5

Per sfidare le nuove Mercedes Classe e Jaguar XF, BMW propone la Serie 5 aggiornata che si ispira decisamente ed in scala ridotta alla nuova Serie 7. Berlina e Touring con trazione integrale o posteriore, la nuova BMW Serie 5 sarà offerta anche con carrozzeria GT e motorizzazioni a benzina e gasolio con la possibilità di optare anche per l’ibrido. BMW è fra le marche più attive del momento e per scoprire tutte le novità vi rimandiamo all’articolo specifico.

Fiat Tipo e 124 Spider più pick up

Fiat si gusta un 2016 con diverse novità interessanti che però poco hanno a che fare con l’acronimo visto che di Fabbrica Italiana Automobili Torino c’è ben poco sulla Fiat 124 realizzata dalla Mazda su base MX5 e sulla stessa Pick up che deriva strettamente dal nuovo Mitusbishi L200. La stessa Fiat Tipo, Aegea per il mercato turco dove è prodotta, ha ben poco di torinese pur essendo il risultato della globalizzazione che FCA sta sfruttando decisamente più degli altri.
Quale che sia la provenienza si tratta di tre modelli interessanti che soddisfano tre particolari clientele. Con la 124 Spider ci si può divertire sotto i 30.000 euro con una vettura decisamente riuscita (grazie anche alla bontà del progetto iniziale), il pick up in Italia sarà ristretto all’area business per la stretta fiscale legata a questo tipo di veicoli mentre la nuova Fiat Tipo nella versione tre volumi punta alle flotte e con quella col portellone a chi cerca una vettura essenziale con un valido rapporto qualità-prezzo puntando a sfidare Dacia e Skoda che offrono contenuti, economia e soprattutto grande affidabilità.

Ford Edge

Poco nota in Europa ma da anni è una  delle SUV più vendute negli USA che si colloca per dimensioni vicino alla BMW X5 o alla nuova Mercedes GLE o Audi Q5.  Negli USA è l’alternativa locale alle tedesche e se Ford Italia giocherà sul prezzo e su ricchi equipaggiamenti potrebbe essere una bella sorpresa per gli appassionati oltre che per i conti della filiale visto che i margini di una Ford Edge sono ben superiori a quelli di Fiesta e Focus.  Indicativamente dovremmo essere attorno ai 40.000 euro e se la versione di attacco la piazzano sotto i 35.000 euro diventa molto allettante.  La piattaforma è condivisa con la nuova Ford Mondeo e le stesse motorizzazioni sono fra di loro condivise con le versioni a gasolio 2.0 Tdci da 188 e 207 CV che faranno ovviamente da padrone a cui si può abbinare un cambio automatico a sei rapporti o il classico manuale che caratterizza la entry level.   Nel 2016 sono poi attese le statunitensi Ford Ranger e la Ford GT che però avrà un prezzo da collezionisti e molto prossimo ai 350.000 euro consigliando agli umani di indirizzarsi verso la Mustang base!

Honda NSX

 Dopo anni di showcar e prototipi arriva la nuova generazione della sportiva nipponica Honda NSX spinta da un motore a benzina V6 e soprattutto tre motori elettrici che erogano complessivamente 550 CV che assicurano prestazioni impressionanti e rispetto ambientale. Design spettacolare, super finiture, materiali aeronautici per ridurre al limite il peso assicurando al contempo la massima sicurezza. Prestazioni estreme, fuori da ogni codice e prezzo adeguato alla categoria tanto da avvicinarsi ai 170.000 euro! Sempre nel 2016 potrebbe arrivare in europa la FCV ad idrogeno che nel Regno Unito dovrebbe costare circa 30.000 sterline, qualcosa di più di 40.000 euro ma in Italia mancano purtroppo le infrastrutture per rifornirsi…

Hyundai i20 Active

Il gruppo coreano punta nel 2016 sulla Hyundai i20 Active, la sorella avventurosa della i20 che soddisfa gli amanti delle crossover con un look piacevole che abbiamo potuto vedere dal vivo durante l’ultimo Salone di Francoforte.  Simpatica fuori e con motori interessanti sotto il cofano fra cui l’ultimo peperino 3 cilindri benzina da un litro turbocompresso che assicura ottimi consumi e prestazioni a cui si aggiungono i già noti benzina e Diesel. Nonostante l’aria allroad la nuova Hyundai i20 Active non viene lanciata con la trazione integrale!  Il prezzo dovrebbe partire da sotto i 20.000 euro ed arriva ad inizio anno.  Per i più sportivi segnaliamo invece che entro l’estate è in arrivo la Hyundai i30N, la versione sportiva della rivale della Volkswagen Golf che ora vuole sfidare la GTI con una variante racing che dovrebbe superare i 200 CV ma con un prezzo stimato in 35.000 euro che ne limiterebbe la diffusione.

Infiniti QX30

Ad inizio 2016 iniziano le vendite della compatta Infiniti Q30 diretta rivale della Mercedes Classe A, BMW Serie 1 ed Audi A3  ed in primavera le si affianca la Infiniti QX30 crossover che dovrà vedersela con le tedesche Mercedes GLA, BMW X1 e Audi Q3 con cui condivide design e qualità, ma le manca ancora la loro notorietà (almeno in Italia visto che negli USA è ben al top insieme alla Lexus ma noi italiani siamo ancora germanofili nonostante tutto). Il prezzo della QX30 è da premium e quindi stiamo parlando di valori prossimi ai 40.000 euro per le versioni di ingresso che avranno già allestimenti e motorizzazioni più che adeguate per il nostro mercato.  Da Infiniti per la fine del 2016 è attesa anche la più grande Q60.

Jaguar F-Pace

In primavera arriva la prima crossover Jaguar, la F-Pace che può contare su tutta l’esperienza e tecnologia della cugina Land Rover da cui ha attinto a piene mani tanto da non temere problemi di gioventù! Il prezzo sarà da Jaguar ma senza esagerazioni e quindi i 50.000 euro non sono pochi ma rappresentano sempre un valore competitivo rispetto al trio tedesco Audi Q5, BMW  X5 e Mercedes GLE. Potrà essere richiesta o con un 2 litri gasolio ecocompatibile (solo 129g/km di CO2) o con più vivaci 3 litri a benzina o Diesel.  Gli sportivi non saranno comunque delusi con una versione molto performante  Nel 2017 si parla già di una Jaguar crossover ancora più compatta per essere più vicina alle esigenze europee e degli stessi Paesi emergenti che cercando il lusso ma con dimensioni più contenute. Dal Giaguaro per settembre 2016 è anche attesa la Jaguar F-Type SVR che garantisce sane scariche di adrenalina a partire dall’assegno che bisogna staccare: almeno 140.000 euro!

Kia Sportage

La nuova generazione del suv compatto di successo Kia Sportage è atteso per la primavera 2016 a circa 25.000 euro con un look decisamente più aggressivo e sportivo che lo differenzia  dalle rivali e fa prevedere un buon successo di vendite. Kia dovrebbe nel 2016 lanciare anche la sua prima ibrida per sfidare la Toyota Prius abbinando il suo sistema ad un 1600 benzina che magari non sarà subito performante come quello nipponico ma sicuramente più economico ed immaginiamo sempre con la garanzia sette anni che ha fatto di Kia Italia un esempio assai apprezzato dai consumatori ma purtroppo non ancora seguito da nessun rivale… sempre nel 2016, dopo l’estate, è attesa la Kia Sportspace, una bella e filante station wagon che abbiamo visto in forma di concept al Salone di Ginevra.

Land Rover Discovery 5 e Evoque Cabrio

Land Rover sistema anche la sua Discovery che era ormai l’ultima pedina della scacchiera che restava da aggiornare visto che l’ultima Discovery 4 risaliva al 2004 ed era in pratica un facelift della Discovery3. la nuova Discovery 5 è invece tutta nuova sia esteticamente ed anche dal punto di vista meccanico sono notevoli i passi avanti pensando che è previsto anche un diesel ibrido mentre la trazione resta ovviamente integrale. i posti sono 7, il design riprende quello della nuova compatta Discovery Sport ma con ben più centimetri che trasformano gli interni in un accogliente salotto. Disponibile da fine 2016 con prezzi a partire da circa 65.000 euro ma le versioni top si avvicineranno a quota 100.000!

La crossover più modaiola perde anche la testa e diventa una seducente convertibile. in realtà la prima a lanciare un SUV cabrio è stata la Nissan con la Murano cabrio ma il risultato non è stato molto felice neppure negli USA. Con la Range Rover Evoque Convertible potrebbe invece aprirsi un nuovo filone che potrebbe interessare tutte le crossover premium. intanto Land Rover si gode il primato e l’avere un mercato completamente esclusivo che gli permette di metterla in vendita dalla primavera 2016 con una entry level poco sotto i 60.000 euro. E bravi gli indiani che la controllano e dirigono con maestria a differenza dei precedenti proprietari americani…

Maserati Levante

2016 resta un anno attento a crossover e SUV ed anche la Maserati come la Jaguar ed ormai tutte le marche premium cede al richiamo di questa carrozzeria per cui si stravede ormai in tutto il mondo.  Dopo tante concept questa estate arriva finalmente anche la Maserati Levante proposta a partire da 65.000 euro. Da Maserati non può deludere in sportività con un range di potenze che vanno dai 274 CV della Diesel ai 400 CV della V8 benzina. Dal 2017 Maserati Levante è offerta con un ibrido benzina. Tutti i motori sono derivati da quelli della Ghibli, mentre per la trasmissione integrale e la meccanica sicuramente sono state preziose le sinergie con Jeep che fa parte del Gruppo FCA. Unica perplessità resta l’affidabilità che dovrà essere pari se non superiore a quella tedesca se vuole sfondare negli USA dove le furbate durano poco e fanno molto male.

Mercedes Classe E

Il 2016 è per Mercedes l’anno della Classe E così come per BMW della Serie 5, le eterne rivali con una Audi A6 un po’ in ritardo a cui lo scandalo Dieselgate non fa cero bene avendo dovuto già subire pesanti tagli nei prossimi investimenti. La Stella a tre punte di Stoccarda invece brilla sempre di più anche se la Classe E non si può definire un campione di originalità ma uno stampo più grande della Classe C che sarà poi ripreso con più centimetri anche sulla Classe S… Alla vista piace e questo è quello che conta sia nella variante berlina che in quella station che segue a ruota per poi arrivare più tardi la coupé e la cabrio a chiudere il quadretto familiare.
Tecnologia la top con motori sempre più prestazionali ed ecologici grazie anche alla possibilità per optare sulla variante ibrida in attesa dell’elettrico dove Mercedes sembra un po’ appannata dopo essersi sfilata da Tesla ricevendo una cospicua plusvalenza azionaria ma perdendo il treno poiché una Model S carrozzata Classe E sarebbe stata spettacolare…  Il prezzo iniziale è fissato attorno ai 65.000 euro e potete guidarla dall’estate 2016.  Per conoscere tutte le altre novità Mercedes dal 2016 al 2019 cliccate qui INSERIRE LINK.  ricordando quindi anche la Mercedes GLC Coupé (una BMW X4 con la Stella…).

Peugeot 308 R Hybrid

A volte le concept diventano piacevoli realtà come nel caso della Peugeot 308 R Hybrid che aggiunge ai già corposi 267 CV del 1600 turbo benzina due motori elettrici da 114 CV cadauno per un totale di ben 493 CV che fanno scattare la sportiva ecologica da 0 a 100 in meno di 4 secondi ! Sfruttando il principio della già nota Peugeot Hybrid4 i due motori elettrici sono posti sul posteriore dando all’occorrenza la trazione integrale alla vettura. Altro dato impressionante e la coppia massima pari a 730Nm che la rende una perfetta vettura da competizione il tutto con emissioni di appena 70g / km di CO2.
Una vera favola che apre a PSA la strada per passare dall’attuale ibrido diesel ad uno ibrido benzina più in linea con gli attuali trend e con la stessa Francia che sta facendo una battaglia contro il gasolio che porta gli stessi costruttori transalpini ad adeguarsi per dare il buon esempio e Peugeot merita decisamente un bel 10 anche perché questa 308 R hybrid sarà in vendita da fine 2016 a circa 50.000 euro.

Porsche Panamera facelift

Il 2016 è pure l’anno del facelift della Porsche Panamera che sarà più aggressiva esternamente,mentre sul versante cavalleria ci attende un V6 Diesel 3 litri da 280 CV, un V8 biturbo benzina da 580 CV disponibile anche in versione Hybrid  plug in. La prossima tappa sarà la Mission E completamente elettrica che abbiamo visto sotto forma di concept a Francoforte e che potrebbe prendere forma con la nuova Panamera. Intanto per la Panamera 2016 preparate assegni a partire da 90.000 euro!

Renault Megane

Renault continua la sua corsa e dopo la Espace e la Talisman lanciate nel 2015 apre il 2016 con la sua bomba Megane che deve sfidare Volkswagen Golf ed Opel Astra ricordando che in passato la Renault Megane è stato il modello più venduto in Europa! Da questa vettura quindi Renault  si attende grandi volumi con una gamma motori basato su quattro cilindri benzina e Diesel al top del mercato e con un 1600 turbo da 202 CV che equipaggerà la Megane GT attesa per il 2017 e che sfiderà Golf GTI e la Peugeot 308 GTI, La nuova Renault Megane arriva in primavera con un listino con una entry level attesa attorno ai 20.000 euro.  Nel 2016 Renault propone pure la Alpine, la Twingo GT ed il pick up Alaskan.

Tesla Model X

Tutte le case europee ed asiatiche propongono nel 2016 SUV e crossover di tutte le salse e misure ma solo dagli Stati Uniti d’America arriva una SUV completamente elettrica con una autonomia adeguata che rende tutte le sue rivali degne di far parte del passato remoto!  La Tesla Model X più esagerata e la P90D che vanta 762 CV, 967 Nm di coppia e 3,2 secondi per scattare da 0 a 100 con una autonomia elettrica di 400 chilometri.  Il Design è molto personale e rispetto alla Model S meno riuscito pur potendo giocare sulle portiere posteriori ad Ala di gabbiano di cui non comprendiamo la necessità ma gli americani ed i californiani vogliono sempre essere “very cool”. In Europa arriva dalla primavera 2016 con prezzi variabili a seconda degli incentivi tanto che in Inghilterra è stimata a circa 50.000 sterline pari a 71.000 euro mentre negli USA la entry level – senza incentivi – costa 81.000 dollari e quindi in Italia  la base Model Tesla X dovrebbe piazzasi attorno ai 75.000 euro e la top vicino ai 100.000, un pò meno delle top rivali firmate Porsche, BMW, Audi, Maserati, Mercedes, Infiniti, Lexus, Volvo che però sono di una generazione precedente e quindi subiranno una svalutazione che la Tesla non conoscerà…

Toyota Prius

La ibrida più venduta al mondo cambia immagine con un design più aggressivo che caratterizza tutte le ultime nate del gruppo, Mirai ad idrogeno compresa. L’arrivo di altre ibride ha spinto Toyota  a rendere più personale la sua Prius oltre a migliorare ulteriormente le sue performance ecologiche con emissioni di 70g / km di CO2. Il motore benzina resta il 1800 affinato ed abbinato al motore elettrico ed alla trasmissione CVT. il motore elettrico della nuova Toyota Prius è posto posteriormente creando un sistema 4×4, copiando in questo quanto fatto da Peugeot con la sua Hybrid4 … Novità pure per la Toyota Prius plug in che dichiara a desso una autonomia tutto elettrica di 25 km che sono un passo avanti per uscire tranquillamente da un centro storico ma ben distanti dalla Tesla che usa paradossalmente batterie giapponesi della Panasonic!

Opel Zafira

A fine 2016 è la volta anche del,la nuova Opel Zafira con un design completamente rivisto e molto più aggressivo e sportivo pur restando una monovolume con un look però che si avvicina molto a quelle delle crossover come la Nissan Qashqai giocando sulle superfici vetrate ridotte per creare un effetto Range Rover Evoque . Fra le note da segnalare il fatto che sia realizzata in partnership con PSA Peugeot Citroen per ridurre i costi attraverso la condivisione di parti comuni che portano il prezzo di accesso a circa 30.000 euro. Insomma di vecchio resta solo il nome.

Volkswagen Tiguan

L’arrivo di nuove e sempre più agguerrite rivali ha portato Volkswagen a rendere più pepata la sia Volkswagen Tiguan che deve vedersela con rivali come Mazda CX5, Renault Kadjar che hanno ridefinito i canoni stilistici e reso la vecchia Tiguan davvero arcaica tanto che i designer VW hanno allungato di 60 mm la nuova Tiguan ma abbassato di 33 per renderla più aggressiva. I motori includono i 1400 e 2000 benzina ed il 2 litri TDI segnalando che è disponibile anche la versione GTE ibrida plug in. Disponibile dai primi mesi del 2016, la nuova Volkswagen Tiguan ha un prezzo indicativo di partenza di 30.000 euro.

ARTICOLI CORRELATI