Le strade peggiori d’Italia nel 2018, A24 in testa precede Marghera e Reggio Calabria

Gli incidenti stradali sono ad oggi ancora un problema molto presente sulle strade italiane. Le analisi realizzate dall’ACI e consultabile sul portale, rivelano come nel 2017 gli incidenti stradali rispetto al 2010, anno di riferimento, siano calati del 22%, ed i morti del 17.8%. Ci sono delle strade più critiche rispetto ad altre in base […]

Gli incidenti stradali sono ad oggi ancora un problema molto presente sulle strade italiane. Le analisi realizzate dall’ACI e consultabile sul portale, rivelano come nel 2017 gli incidenti stradali rispetto al 2010, anno di riferimento, siano calati del 22%, ed i morti del 17.8%. Ci sono delle strade più critiche rispetto ad altre in base alla “Localizzazione degli incidenti stradali 2017“, nome dello studio svolto.

In autostrada aumentano gli incidenti, e nel 41% dei casi, sono coinvolti un autocarro o un autoarticolato, quindi veicoli per il trasporto di merci. La densità maggiore risulta maggiore tale a causa dei flussi del traffico più intensi oltre che per la diversità dei veicoli in circolazione.

55.000 sono i chilometri di strade presenti in Italia, e sono stati analizzati 36.560 incidenti  incidenti dei quali 1228 mortali e 58.967 feriti.  La strada più incidentata è la Penetrazione urbana della A24 con una media di 1.3 incidenti/km sulle autostrade; di 0,6 incidenti/km sulle strade extraurbane; seguire il Raccordo di Marghera (11,3 incidenti/km) ed il Raccordo di Reggio Calabria (10.5 incidenti/km).

Per le strade extraurbane la Statale 36 del Lago di Como è al primo posto per incidenti stradali, seguita dalla 131 dir a Cagliari e dalla 296 della Scafa a Roma. (DEVO METTERE TT I NUMERI?)

Su due ruote, comprese le biciclette, sono il 23% i mezzi coinvolti negli incidenti, con una mortalità drammaticamente maggiore rispetto alle quattro ruote, 3,8 morti ogni 100 mezzi coinvolti.Per quanto riguarda le tratte più pericolose per le due ruote, sono la SS 001 Aurelia a Genova, a seguire, in provincia di Verona la SS 249 Gardesana Orientale e la SS 145 Sorrentina in provincia di Napoli.

Le strade che coinvolgono il maggior numero di investimenti dei pedoni sono Aurelia a Roma, la strada Adriatica, Statale Tosco-Romagnola, Padana Superiore e Casilina in Lazio e Campania.

Gli incidenti sono diminuiti rispetto al 2016, nelle strade di GRA106 JonicaStatale del Lago di Como e dello Spluga, Appia, Statale dei Giovi e Autostrada Salerno-Reggio Calabria.

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI