Mazda BT-50

Il primo pick-up Zoom-Zoom del mondo

Mazda BT-50. Forte della strategica nomenclatura alfanumerica, Mazda presenza il suo nuovo Pick-up “BT-50”. Questa volta però la musica è leggermente cambiata, o per meglio dire si è complicata. Il nome “BT-50” è il frutto di un ragionato e calcolato utilizzo delle sigle per meglio esprimere il segmento di mercato in cui il nuovo pick-up Mazda si posiziona. Partiamo quindi da “BT”, abbreviazione di B-Series Truck, modello già ben noto in diversi mercati tra cui quello americano, indiscutibilmente molto legato a questa categoria di veicoli. “50” indica invece il voluto posizionamento all’interno del segmento pick-up, ovvero che questo pick up da una tonnellata si posiziona perfettamente a metà strada – ecco quindi spiegato l’uso del numero 50 – tra i piccoli autocarri da mezza tonnellata e tra quelli dalle dimensioni e stazze ben superiori.
Semplice e robusto Mazda BT-50, sfrutta un design semplice, in grado di comunicare solidità e qualità. La scelta di optare per linee poco elaborate, si rivela a tutto vantaggio di una conformazione classicamente geometrica che dona, al primo pick-up della Casa Zoom-Zoom, una livrea solida e compatta, anche grazie al nuovo fascione unico, che contiene calandra, paraurti ed il gruppo ottico. Se all’esterno vige la semplicità, all’interno la musica no cambia. Un design completamente nuovo del cruscotto comprende un quadro strumenti a tre quadranti con finiture silver che incorniciano ogni indicatore. La consolle centrale e la superficie di appoggio sul pomello del cambio marce, sono realizzare nella colorazione silver, evidenziando così, l’accurato accoppiamento di materiali e finiture. L’abitacolo più silenzioso, ospita dei sedili più ampi e dai materiali ad elasticità elevata: in grado così di garantire un elevata comodità anche nei percorsi accidentati. Anche l’impianto di climatizzazione è stato ottimizzato per garantirne un efficiente funzionamento anche in condizioni climatiche estreme.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE