USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Microcar elettriche: tutte le novità del 2021

Si guidano con la patente AM dei ciclomotori ma sono infinitamente più sicure: sono le microcar elettriche, acquistabili quest'anno anche con gli Ecoincentivi

Non chiamateli “quadricicli leggeri a motore”… ma microcar! Compatte, agili e dalle prestazioni sufficienti per divincolarsi agilmente in mezzo al traffico cittadino, oltre che molto più sicure di uno scooter a parità di patente (la AM) necessaria per guidarle. La micromobilità di oggi incontra senza esitazioni queste piccole automobili, che negli ultimi anni si sono aggiornate introducendo powertrain a batterie efficienti e dalla ridotta manutenzione.

Sono veramente la combinazione vincente per i pendolari delle nostre grandi metropoli, che necessitano di un mezzo compatto, discretamente rapido (almeno in termini di coppia subito disponibile ai bassi regimi di rotazione) e anche economico? Non potendo viaggiare in autostrada per via della loro omologazione da quadricicli leggeri, le microcar elettriche possono rappresentare un’ottima alternativa alle biciclette o ai ciclomotori in tutte quelle situazioni difficili in cui serve una carrozzeria completa da “automobile”, per esempio d’inverno con il freddo oppure quando piove.

Microcar elettriche 2021

Ottime anche in caso di ricerca di un parcheggio per via delle loro dimensioni ridotte, per l’accesso a zone della città altrimenti interdette per i veicoli a combustione endotermica, come le ZTL, e sotto il punto di vista della manutenzione. Considerato il loro utilizzo prevalentemente urbano, la ricarica degli accumulatori è sempre rapida e a basso costo, mentre il bollo è gratuito per i primi cinque anni visto che parliamo di vetture circolanti a zero emissioni.

L’unico svantaggio? Il loro prezzo d’acquisto, che nel corso degli anni si è avvicinato sempre di più a quello di una normale citycar. Fortunatamente qui entrano in gioco gli Ecoincentivi statali, che riducono del 40% il costo del listino fino a un risparmio massimo di 4.000 Euro in caso di rottamazione di un vecchio veicolo (a due o quattro ruote), ridotti a 3.000 Euro senza quest’ultima opzione.

Microcar elettriche 2021

Insomma, con questi presupposti sembra proprio che le microcar elettriche siano la scelta migliore per gli spostamenti cittadini… ma quali sono i modelli più interessanti da tenere sott’occhio in questo 2021? Iniziamo da una delle più recenti, la Citroen Ami – 100% ëlectric: design simpatico e giovanile, tanto spazio nell’abitacolo e una powertrain da 6 kW con batteria da 5,5 kWh in grado di raggiungere i 75 km di autonomia massima.

Microcar elettriche 2021

Di questa “piccoletta” è in arrivo anche la versione Cargo per i professionisti commerciali, proprio come accaduto alla ben nota Renault Twizy: la microcar della Casa della Losanga è in circolazione praticamente da dieci anni e si differenzia per una configurazione dei passeggeri “a tandem” e per una doppia versione del propulsore che quindi incontra l’omologazione di quadriciclo leggero (con velocità massima di 45 km/h) e di quadriciclo pesante (con tachimetro fino a 80 km/h). L’autonomia? Secondo la scheda tecnica si arriva a 100 km con un “pieno”.

Microcar elettriche 2021

Tornando ad oggi, invece, vale la pena presentare anche l’ultima nata in casa Xev, la Yoyo: con un look molto simile a una Smart, questa piccola microcar elettrica può vantare un abitacolo molto luminoso e un motore da 10 cavalli posizionato sull’asse posteriore con batteria dalla capacità di 10,3 kWh, in grado di raggiungere la vetta di ben 150 km di autonomia massima. Molto interessante la dotazione di bordo, che include anche un infotainment con schermo touchscreen da 7 o 10 pollici, un pacchetto di ADAS con frenata di emergenza e ABS e una serie di rinforzi per il telaio volti a evitare il ribaltamento del veicolo.

Microcar elettriche 2021

Dalla Cina torniamo in Italia valorizzando la proposta della Tazzari, azienda con base a Imola che offre un listino in cui trovano spazio delle vetture non solo belle da vedere… ma anche curate fin nei minimi dettagli. Dalla Zero Junior, la più piccola, alla Zero City, omologata come quadriciclo pesante, dalla Zero EM2 Space, che punta a un design da “Shooting Brake” sportiva, alle Zero 4 Opensky, che invece introducono il concetto di veicolo essenziale per spostamenti silenziosi, a zero emissioni… e a capote scoperta.

Microcar elettriche 2021

Sempre dalle eccellenze del nostro Paese trova posto anche l’innovativa Estrima Birò, microcar elettrica che promette di ridurre i tempi di guida nei centri cittadini assieme a quelli di parcheggio grazie alle sue dimensioni ultra-compatte – tra l’altro molto vicine a quelle di un normale scooter. Disponibile in quattro modelli diversi (Summer, Winter, Big e Box), porta in dote due allestimenti (Classic e Bolt) e due configurazioni di batteria, quella più compatta da 55 km e quella ad autonomia estesa fino a 90 km.

Microcar elettriche 2021

Al suo fianco vogliamo menzionare anche la simpatica ZD, progettata dall’omonima azienda livornese in partnership con la cinese Xindayang: piccola, sicura, ovviamente silenziosa e scattante oltre che facile da guidare e da parcheggiare, la ZD è offerta con omologazione M1 da quadriciclo leggero (nelle varianti Owl e Bee) e con quella L7 da quadriciclo pesante (versioni Colibrì, Ant e Geko), guidabile quindi con la patente B1 già da 16 anni.

Microcar elettriche 2021

Tra i marchi leader di questo segmento di veicoli, a seguire, non ci possiamo dimenticare della francese Aixam, che all’interno della propria gamma propone rispettivamente la E-City e la E-Coupé, più sportiva ed elegante sia nell’allestimento Premium che GTI. Le sue caratteristiche? Motore da 6 kW, batteria da 7 kWh in grado di raggiungere un’autonomia di 80 km e una grandissima dotazione di serie con cerchi in lega fino a 16”, gruppi ottici a LED, abitacolo di ultima generazione con infotainment e rifiniture da “auto vera e propria”.

Microcar elettriche 2021

L’ultima microcar elettrica che vi presentiamo (non in ordine di importanza) è infine la Microlino 2.0, che riporta in voga le linee della mitica Isetta motorizzata BMW degli anni ’50 introducendo allo stesso tempo una powertrain da 15 kW con batterie al litio-manganese-cobalto in grado di raggiungere l’autonomia massima di 200 km. Sviluppata dalla svizzera Micro Mobility Systems in collaborazione con Cecomp, questa “piccolina” ha ottenuto l’omologazione L7 dei quadricicli pesanti ed è in grado di offrire una dotazione semplice ma anche moderna, con gruppi ottici completamente a LED, doppio schermo nell’abitacolo per la gestione di infotainment e quadro strumenti e switch rotante sul bracciolo del guidatore utile a modificare l’erogazione del motore e i settaggi della trasmissione.

Microcar elettriche 2021

Sponsor

CUPRA Leon e-HYBRID plug-in
CUPRA Leon e-HYBRID plug-in
OFFERTA Da 265€ al mese. TAN 3,99% - TAEG 4,82%.

Sponsor

CUPRA Formentor
CUPRA Formentor
OFFERTA Da 31.250€. Richiedi preventivo qui.

Sponsor

CUPRA Formentor
CUPRA Formentor
OFFERTA Da 31.250€. Richiedi preventivo qui.

Sponsor

CUPRA Formentor
CUPRA Formentor
OFFERTA Da 31.250€. Richiedi preventivo qui.

Sponsor

CUPRA Leon e-HYBRID plug-in
CUPRA Leon e-HYBRID plug-in
OFFERTA Da 265€ al mese. TAN 3,99% - TAEG 4,82%.

Sponsor

CUPRA Formentor
CUPRA Formentor
OFFERTA Da 31.250€. Richiedi preventivo qui.
Articoli più letti
RUOTE IN RETE