USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Mild-hybrid: potrà essere installato anche su auto a metano e GPL

Grazie alla decisione UE 2021/488 del 22 marzo 2021, la Commissione Europea ha approvato l'installazione della tecnologia mild-hybrid su vetture e veicoli commerciali con alimentazione a gas

Una grande novità è in arrivo per tutte le Case automobilistiche europee: al fine di contribuire ulteriormente alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell’aria, la Commissione dell’UE ha dato attuazione alla decisione 2021/488 del 22 marzo 2021, che approva l’installazione dell’ibrido “leggero”, il famoso mild-hybrid, anche su automobili e veicoli commerciali leggeri con alimentazione a gas (metano, GPL ed etanolo).

Un grande risultato dopo l’utilizzo di tale sistema sui mezzi a benzina e a diesel, che potrà essere concretizzato attraverso l’introduzione di alternatori a 12 V oppure di generatori-starter a 48 V associati a uno specifico convertitore CC/CC a 48/12 V i quali, di fatto, faranno ottenere ai veicoli a gas tutte le agevolazioni tipiche del mild-hybrid già in fase di omologazione.

La Commissione Europea, in tal senso, ha affermato che “i risparmi di CO2 ottenuti grazie alle tecnologie innovative possono essere determinati anche quando queste sono installate in veicoli a GPL, GNC ed E85, per cui queste sono da considerarsi adatte allo scopo di ridurre l’inquinamento ambientale da anidride carbonica“. Soddisfatto, quindi, il Presidente di Assogasmetano, Flavio Merigo, che ha nuovamente sottolineato l’importanza dell’ibrido anche su veicoli ad alimentazione alternativa: “Mancava solo il riconoscimento normativo e siamo lieti che sia finalmente arrivato: ora speriamo che i costruttori i colgano questa occasione per proporre veicoli ibridi a metano, che nel caso in cui utilizzino biometano porterebbero l’impatto complessivo a livello dell’elettrico, considerate tutte le emissioni generate nel ciclo LCA (Life Cycle Assessment)“.

Auto mild-hybrid

TAGS:
Articoli più letti
RUOTE IN RETE