USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Mini Rocketman, confermata la produzione nel 2014 per la rivale di Toyota iQ

La concept tre posti più uno Mini Rocketman debutta su strada nel 2014, dopo aver ricevuto l'ok per la produzione dai vertici BMW

Semaforo verde per la Mini Rocketman. Ancora una volta, un prototipo Mini si avvia verso le catene di montaggio, pronto ad ampliare nel 2014 una gamma in continua evoluzione. La Mini Cooper attualmente in produzione misura ben 3.70 metri, mentre la SUV di piccola taglia Mini COuntryman arriva a 1uota 4.10 metri. A questo punto, la gamma Mini necessita effettivamente di un nuovo modello entry level. In questo contesto si colloca la Mini Rocketman, prototipo visto al Salone di Ginevra che secondo autorevoli fonti della stampa estera è pronto a debuttare nel giro di un paio d’anni presso i concessionari della casa anglotedesca.

Mini Rocketman, rivale di Fiat 500 e Toyota iQ

Analizziamo ora le dimensioni della Rocketman, l’aspetto più importante, E’ una vettura lunga solo 3,42 metri, ovvero qualche cm in meno della rivale diretta Fiat 500. La configurazione interna ricorda la Toyota iQ, con tre posti più uno di fortuna dietro il guidatore. Anche il design della vettura si rifà molto al passato, pur reinterpretandolo in chiave hi-tech ed ultramoderna. Il portellone si apre portando con sè anche una porzione del tetto, mentre la parte inferiore scorre in furoi di una cinquantina di centimetri per agevolare le operazioni di carico. La cerniera delle portiere a vista ricorda da vicino la prima Mini di Alec Issigonis. I fari anteriori sono tondi, posti su un muso dalle forme affusolate e retrò, incorniciati da LED che ricordano gli “angel eyes” tipicamente BMW. Il tetto in cristallo è sezionato in modo da ricreare i profili della immancabile “Union Jack”. Le luci posteriori lasciano un po’ perplessi: una sottile striscia di LED esce dalla carrozzeria, con dubbie doti di resistenza agli urti.

La Mini Rocketman di serie avrà un look più semplice

Ovviamente, la Rocketman che vediamo oggi è una creatura da Salone, nata per stupire. La versione di serie conserverà le dimensioni, la filosofia estetica e poco più, sacrificando buona parte delle trovate originali del prototipo sull’altare delle economie di scala. Gli interni richiamano, per forza di cose, alcune soluzioni adottate dalla Toyota iQ, unica altra vettura al mondo con abitacolo 3+1. La plancia risulta snella e decisamente ridotta nelle dimensioni, con console e piantone dello sterzo prominenti in modo da lasciare il resto dello spazio libero per le gambe di pilota e passeggero. Il prezzo della Rocketman dovrebbe essere molto contenuto, al fine di incrementare sensibilmente le vendite della casa inglese e di differenziarsi il più possibile dalle sorelle maggiori.

TUTTO SU Mini Rocketman
Articoli più letti
RUOTE IN RETE