USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Mini Vision Urbanaut: la monovolume elettrica che asseconda i passeggeri

Il marchio Mini ha realizzato un prototipo elettrificato di una multispazio intelligente che cambia le proprie funzioni in base a ciò che vogliono gli occupanti. Come? Attraverso i Mini Moments

Il progetto virtuale del 2020 è diventato realtà: durante la DLD Summer Conference di Monaco di Baviera il marchio Mini ha concretizzato ciò che aveva inizialmente svelato nello scorso mese di novembre, vale a dire una monovolume elettrica intelligente in cui pilota e passeggeri sono i veri protagonisti dello spazio all’interno dell’abitacolo. Si chiama Vision Urbanaut ed è un prototipo capace di adattarsi addirittura agli “umori” dei suoi occupanti, modificando le sue forme e le sue funzioni attraverso tre modalità specifiche fornite dall’elettronica denominate “Mini Moments“.

Su una carrozzeria lunga 4,46 metri, la Vision Urbanaut si caratterizza per un disegno dal cofano molto corto sul quale trova posto un parabrezza particolarmente ampio (ed apribile) che si connette al tettuccio in vetro. Lateralmente, invece, trova posto un’unica porta scorrevole e cerchi aerodinamici dall’esclusiva firma luminosa, che si aggiunge a quella presente sia sul frontale che al retrotreno con pannelli dedicati a LED.

Mini Vision Urbanaut 2021

Da buona vettura elettrica, la Mini Vision Urbanaut non può che strizzare con decisione l’occhio alla sostenibilità ambientale ed è per questo motivo che l’abitacolo, disposto ad immagine e somiglianza di un salotto dove incontrare i propri amici, è rifinito per la maggior parte con materiali riciclati, tra i quali la lana, il poliestere e il Tencel. Di sughero, invece, è costruito il volante con funzionamento “a scomparsa” proprio come la pedaliera, dal momento che il veicolo è indirizzato verso i livelli più alti della guida automatizzata che arriveranno nel prossimo futuro.

Abbiamo parlato di modalità in precedenza e queste rispondono al nome di “Mini Moments“, capaci di introdurre nell’abitacolo effetti sonori e illuminazioni ambientali specifiche assecondando di conseguenza i desideri dei passeggeri. Il primo “momento” si chiama Chill e permette a chi sta a bordo di rilassarsi e quindi di fermarsi un attimo dopo un’intensa giornata di lavoro, mentre il secondo – denominato Vibe – è rivolto a chi vuole godersi le belle sensazioni con i propri amici grazie a un sistema infotainment su schermo circolare OLED che diventa, di fatto, una vera e propria postazione multimediale.

L’ultima modalità è la Wanderlust ed è la più indicata per chi vuole viaggiare, dal momento che mette a disposizione sia il volante che la pedaliera; se poi si vuole fare da soli esiste infine il Mini Moments aggiuntivo “My Moment”, attraverso il quale si può personalizzare nei dettagli ogni impostazione dell’esperienza di guida (e non solo).

Mini Vision Urbanaut 2021

TAGS:
TUTTO SU Mini
Articoli più letti
RUOTE IN RETE