Motor Show 2013 annullato e spostato nel 2014 a Milano

Sul profilo Facebook del Motor Show di Bologna viene comunicato in maniera ufficiale che l'edizione 2013 è stata annullata, per spostarsi poi a partire dal 2014 a Milano

Con una nota pubblicata sulla pagina ufficiale dell’evento, l’organizzazione del Motor Show di Bologna comunica in maniera ufficiale che l’edizione 2013 è stata cancellata a causa della “totale assenza delle Case automobilistiche”.

Questa la nota integrale diffusa da Gl Events, società che oramai dal 2007 organizza l’evento: “Cari tutti, vi comunichiamo che la trentottesima edizione del Motor Show di Bologna è stata annullata. La motivazione di GL events, società organizzatrice dell’evento, sta nella totale assenza delle case automobilistiche, fulcro di un salone dell’automobile. L’assenza del mercato, ci spinge dunque ad annullare l’edizione 2013 del salone, sia per rispetto verso il pubblico del Motor Show, sia per lavorare in modo produttivo e concreto ad eventi futuri che possano contare di nuovo sulla massiccia presenza del settore. GL events ha investito in modo importante negli ultimi 6 anni per garantire l’unico Salone Italiano dell’Automobile e per dare sostegno al settore auto in un Paese che dal 2007 ha perso oltre il 50% del mercato automobilistico. GL events si propone di continuare ad operare nel nostro Paese ai fini di offrire un evento all’altezza delle aspettative di investitori e pubblico, che negli anni non ha mai fatto mancare il proprio sostegno“.

Negli scorsi giorni Olivier Ginon, presidente di Gl Events, già ipotizzava che il Motor Show di Bologna 2013 potesse essere annullato e spostato dal 2014 a Milano. Queste le parole di Ginon, pubblicate dal Corriere della Sera: “E’ il mercato che non vuole il salone, ma nel 2014 o il 2015 vogliamo mantenere una manifestazione in Italia, non importa se a Bologna o a Milano. Cerchiamo di trovare le condizioni per sostenere non solo il nostro investimento, ma il vostro Paese. E vediamo nell’Expo 2015 un’occasione per il rilancio dell’Italia”. La cosa certa è che qualcosa non vada, visto che alcune Case auto hanno deciso allo stand alla Fiera di Bologna.

Anche Giada Michetti recentemente aveva sottolineato il pessimo periodo attuale: “Le case auto vivono una situazione di grande crisi: sono ancora peggiori rispetto al 2009, anno in cui abbiamo con coraggio e con orgoglio messo comunque in piedi l’esposizione, nonostante le premesse fossero negative. Rispetto al 2009, quest’anno sono ben 1 milione di meno le auto vendute in Italia“.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE