Nissan Intelligent Mobility, l’energia nuova di Nissan

Nissan Intelligent Mobility, la nuova energia che sta sostituendo i carburanti tradizionali, è sempre più potente e prestazionale

Due giornate elettrizzanti, con Nissan, per scoprire i segreti della sempre più arrembante energia, che sta pian piano sostituendo i carburanti tradizionali usati nell’autotrazione. Un’energia che sta dando sempre più prova di potenza e di prestazioni attraverso la tecnologia usata per i veicoli elettrici, uno dei pilastri della “Nissan Intelligent Mobility“, di cui Nissan LEAF è l’icona. Dal lancio della prima generazione nel 2010, Nissan LEAF ha raggiunto oltre 400.000 unità vendute a livello globale, diventando così l’auto elettrica più acquistata di sempre.

Un’energia arrivata alle competizioni sportive automobilistiche nella Formula E, il cui campionato del mondo è alla seconda edizione. Il circuito stradale dell’Eur, a Roma, ha inaugurato le 5 tappe europee, che si snoderanno poi con gli appuntamenti di Parigi, Monte Carlo, Monaco, Berlino e Berna. Il campionato avrà il suo epilogo a luglio con la tappa finale di New York. Nissan vi partecipa con due monoposte pilotate dall’inglese Oliver Rowland e dallo svizzero Sebastien Buemi. Classificandosi al secondo posto nella precedente tappa di Sanya, in Cina, Rowland ha portato Nissan ad aggiudicarsi il primo podio di Formula E e la seconda pole position. Nella gara italiana, svoltasi sabato scorso, i due portacolori della casa giapponese si sono piazzati quinti e sesti, rispettivamente con Buemi e Rowland, al termine di una combattutissima competizione sui 2,840 km con 21 curve del tracciato capitolino, percorso per 45′ + 1 giro.

LEAF è stata l’auto elettrica più venduta in Europa nel 2018, con oltre 40.000 unità, ed è oggi disponibile con la versione LEAF e+, con autonomia e potenza superiori. La leadership di Nissan nella mobilità elettrica si conferma anche in Italia, con Nissan LEAF ed e-NV200. L’anno scorso Nissan ha raggiunto una quota di mercato nel segmento veicoli elettrici del 35%, dopo aver aperto la strada all’elettrificazione con lo sviluppo e l’implementazione di veicoli a zero emissioni, infrastrutture di ricarica e soluzioni di mobilità elettrica.
“Nissan LEAF e la nostra auto di Formula E condividono lo stesso DNA e anche alcuni software per il controllo delle funzioni”, ha spiegato Michael Carcamo, Global Motorsports Director di Nissan. E così la folla delle grandi occasioni si è riversata sulle tribune del tracciato capitolino per vedere all’opera quanto di buono possa fare una tecnologia all’avanguardia come quella della Casa nipponica, prima fra le sue conterranee a sviluppare il prodotto elettrico. Nove anni di studi, progetti e applicazioni che hanno portato la Nissan a diventare leader in Italia nella sensibilizzazione e diffusione della mobilità elettrica. Primi anche a integrare la mobilità elettrica nei corsi di guida sicura con l’Intelligent Mobility Academy.

Un approccio quindi sempre più significativo a questo più ecologico sistema di propulsione, al punto che la Leaf dopo 9 anni ha diminuito il prezzo d’acquisto, ha aumentato l’autonomia e ha integrato le tecnologie Nissan Intelligent Mobility. A presentare la nuova Leaf e+ è stato proprio il presidente e AD di Nissan Italia, Bruno Mattucci, sotto l’enorme Nuvola di Fuksas, centro nevralgico della mobilità elettrica, in occasione della prima tappa europea della Formula E a Roma.
Dopo un anno da record per la gamma elettrica di Nissan, LEAF si è rinnovata con un sistema di infotainment con schermo da 8”, dotato di ulteriori servizi di connettività, come la navigazione “door to door” e l’aggiornamento online di punti di interesse, traffico e mappe. Una nuova versione dell’app NissanConnect EV sarà inoltre disponibile al momento delle prime consegne del modello elettrico, nel prossimo mese di maggio. Da ricordare che la LEAF con la batteria da 40 kWh dispone di nuovi colori della carrozzeria e combinazioni bicolore, che aumentano le possibilità di scelta e personalizzazione.

La nuova e+, annunciata in Giappone e presente al Consumer Electronic Show (CES) di Las Vegas, rispetto alla versione con batteria da 40 kWh ha più potenza, con 160 kW (217 CV) e una maggiore percorrenza (+40%) con un’autonomia nel ciclo combinato WLTP che passa da 270 km a 385 km con una singola ricarica. E’ prevista in una versione top di gamma che include tecnologia ProPILOT, e-Pedal, Pro-PILOT Park e impianto Bose. Ha una batteria ottimizzata da 62 kWh, con una capacità superiore di stoccaggio dell’energia. Attraverso un design e una progettazione rinnovati, la nuova batteria contiene 288 celle rispetto alle 192 della versione da 40 kWh. Su strada la batteria da 62 kWh di LEAF e+ garantisce un’autonomia superiore del 40% rispetto al modello LEAF con batteria da 40 kWh, ovvero 115 km di autonomia in più a parità di utilizzo. Le batterie sono coperte dalla stessa garanzia Nissan di 8 anni o 160.000 km.

Entrambi i modelli offrono le avanzate tecnologie di assistenza alla guida e-Pedal e ProPILOT. L’e-Pedal, che permette di partire, accelerare, rallentare e fermarsi usando solo il pedale dell’acceleratore, offre una sensazione di guida nuova, con una marcia fluida e massimo controllo. Il ProPILOT invece è un sistema avanzato di assistenza alla guida, che entra in funzione in autostrada all’interno della singola corsia. Il sistema “hands-on, eyes-on” (mani sul volante, occhi sulla strada) consente all’auto di fermarsi, ripartire e rimanere al centro della carreggiata in caso di marcia a velocità sostenuta o congestione del traffico. Un’otima tecnologia che riduce così lo stress di guida, garantendo al contempo una maggiore sicurezza al volante.

ARTICOLI CORRELATI