Nuova Audi A6 allroad Quattro MY2020: dimenticate i compromessi

Un’auto davvero totale, così potremmo definire questa nuova Audi A6 allroad Quattro MY2020: pronta ai lunghi viaggi ma anche capace di sporcarsi le mani in contesti tutt’altro che ordinari grazie ad un’altezza da terra che può arrivare a 18,4 cm. Potenti le motorizzazioni, tutte ibride, per non aver alcun tipo di problema di accesso ai centri cittadini.

Auto totale. Così potremmo definire questa vettura dalle tante doti, visto che è in grado di soddisfare qualsiasi tipologia di esigenza. Dopo averla provata in occasione del test drive nazionale che si è tenuto a cavallo tra l’Italia e la Slovenia c’è da domandarsi il motivo per cui un qualsiasi cliente dovrebbe ancora optare per soluzioni alternative tipo SUV, visto che questa nuova Audi A6 allroad Quattro MY2020 è in grado di coprire fondamentalmente qualsiasi genere di esigenza.

Dal punto di vista estetico questa nuova quarta edizione (la prima è del 1999) non discosta molto dal passato ed in qualche modo continua gli stili già visti negli anni precedenti reinterpretando la carrozzeria in chiave moderna. Sobria, elegante, austera, solenne, robusta, imponente, classica e moderna allo stesso tempo: sono tanti gli aggettivi con cui ho definito questa nuova Audi A6 allroad Quattro MY2020.

Tra gli elementi che la caratterizzano si trova la grande calandra “single frame” molto simile a quella che si trova nel SUV Q8 e gli estrattori d’aria anteriore e posteriore. Vista la sua predisposizione ad affrontare qualsiasi genere di terreno non manca l’uso della plastica sui passaruota e nelle fiancate laterali così da proteggere la carrozzeria da eventuali sassi. La novità è rappresentata dai cerchi che partono da 18 e possono arrivare fino a 21 pollici.

Impressioni di guida della nuova Audi A6 allroad Quattro MY2020

Per affrontare le impressioni di guida bisogna necessariamente approcciare il discorso delle motorizzazioni che in questo momento sono tre, solo ed esclusivamente diesel, con potenze da 231, 286 e 349 cavalli tutte mild hybrid e tutte EURO 6D Temp EVAP. Questa omologazione rappresenta attualmente il massimo standard in termini di rispetto delle emissioni in atmosfera e pertanto è la garanzia del fatto che questa macchina possa circolare senza alcun tipo di limitazioni per gli anni a venire.

Come anticipato nel paragrafo precedente la vettura è omologata come ibrida, sebbene si tratti di un “ibrido leggero”, il cui contributo principale è quello di supportare il sistema di stop&start (che oggi può inserirsi automaticamente già al di sotto dei 22 km/h) e permettere di veleggiare per 40 secondi utilizzando l’energia elettrica da batteria. In termini di risparmio di consumi questa soluzione può arrivare a far risparmiare 0,4 litri ogni 100 km: non saranno tantissimi ma la strategia di adottare questa soluzione di ibridizzazione permette comunque di beneficiare dei tanti bonus concessi alle auto immatricolate ibride.

In termini di guida su strada la nuova Audi A6Allroad Quattro MY2020 è una vera macinachilometri: una vettura comoda, spaziosa, pratica e sostanzialmente inarrestabile in qualsiasi contesto. I propulsori alimentati a gasolio spingono benissimo e la versione più potente, quella da 349 cavalli, è addirittura dotata di un piccolo compressore che anticipa la risposta delle turbine per eliminare completamente il fastidioso lag tipico dei motori sovralimentati.

Non solo sportività ma anche consumi ridotti a condizione di essere onesti con il piede. In questo senso ci aiuta l’elettronica della vettura che nella modalità di guida “efficiency” ci suggerisce quando alzare il piede dall’acceleratore in base al contesto rilevato anche dalla cartografia GPS. Per coloro i quali vogliono arricchire pesantemente la propria auto c’è anche l’opportunità di adottare l’asse posteriore sterzante che aiuta il dinamismo di una vettura che comunque appare immediatamente ben bilanciata già dei primi km su asfalto.

Nuova Audi A6 allroad Quattro MY2020: regina anche fuoristrada?

In termini di fuoristrada non avrete a che fare con una “capra da montagna” pertanto non va assolutamente paragonata a soluzioni che nascono e muoiono solo in off-road. La nuova Audi A6 allroad Quattro MY2020 è comunque una vera tuttofare che tuttavia non si trova minimamente a disagio nelle situazioni complesse grazie anche alla sua altezza la terra di 18,4 cm che risulta essere persino superiore a quella di molti SUV attualmente presenti sul mercato (un Qashqai per esempio non arriva ad essere così alto).

Questa altezza viene raggiunta mediante le sospensioni pneumatiche adattive che sono in grado di alzare ed abbassare la vettura dinamicamente in funzione del contesto di guida. Alle alte velocità la vettura si abbassa mentre alle velocità cittadine si riporta alla sua altezza naturale. Per “forzare la mano” agli ammortizzatori si deve intervenire sul selettore delle modalità di guida che ha oggi due modalità dedicate alla guida nei contesti non asfaltati: allroad e offroad che alzano rispettivamente la vettura di 30 mm e 45 mm.

Quest’ultima altezza può essere mantenuta solo ed esclusivamente fino alla velocità di 35 km/h che rappresenta comunque una velocità di tutto rispetto nell’ambito di un contesto che richiede un’altezza la terra di quasi 20 cm. È implicito al fatto che stiamo parlando di una vettura a trazione integrale Quattro permanente che di base è distribuita 60:40 ma che può arrivare ad essere ripartita all’85% posteriore nei momenti in cui vi è maggiore necessità di trasferire la coppia. Nell’ambito della nostra guida in fuoristrada abbiamo cercato un tratto impegnativo non previsto dall’organizzazione e nonostante i cerchi generosi non c’è stato alcun tipo di problema.

A completamento delle funzionalità offerte nell’ambito del fuoristrada c’è da menzionare il sistema di assistenza alla discesa che interviene frenando selettivamente le ruote per controllare in automatico la discesa. Questa funzionalità è utile in tutti quei casi in cui ci si trova ad affrontare un contesto difficile, magari scivoloso e si ha il timore che l’auto possa finire a valle.

Gli interni di nuova Audi A6 allroad Quattro MY2020: un salotto su ruote

Per quanto riguarda gli interni potete tranquillamente pensare al comfort assoluto con un abbondante uso di tecnologia, (forse anche troppa – ma questo è un giudizio strettamente personale). La scena è dominata da due grandi display da 8,6 e 10,1 pollici a cui si somma poi il nuovo Virtual Cockpit da 12,3 pollici (optional irrinunciabile). In termini di capacità di carico questa nuova Audi A6 allroad Quattro MY2020 può ospitare volumi per 565 litri che possono diventare 1680 nel momento in cui si abbattono i sedili suddivisi in 40:20:40. Non il top assoluto, ma sicuramente abbondante. Grande anche la capacità di traino che può arrivare a 2.500 kg.

La nuova Audi A6 allroad Quattro MY2020 parte da 67.500 € e può essere anche acquistata nello storico colore verde con cui venne presentata nel lontano 1999. Chiaramente si tratta di un prezzo di partenza che non rappresenta certo un’auto fatta e finita ma come soluzione è veramente ottima per tutti coloro i quali cercano un qualcosa in più rispetto ad un noiosissimo SUV.

ARTICOLI CORRELATI