Opel Insignia, prestazioni e consumi della versione bifuel

L’Opel Insignia, berlina della Casa tedesca, è disponibile anche con alimentazione a benzina e Gpl. Tra le rivali ci sono l’Audi A4 e la Volkswagen Passat

È una berlina da famiglia con le linee da coupé. L’Opel Insignia si presenta sul mercato con una veste nuova. Un restyling che le conferisce un aspetto più dinamico. Oltre al frontale, le modifiche del MY 2014 riguardano pure il telaio. Gli ingegneri sono intervenuti su ammortizzatori, barre antirollio e sterzo per ridurre i livelli di rumore e le vibrazioni trasmessi nell’abitacolo.

 

Per quanto riguarda gli interni, invece, spicca la console centrale, ridisegnata per fare spazio al sistema multimediale Intellilink con schermo da 8 pollici touchscreen, gestibile anche tramite il volante multifunzione, comandi vocali e sistema di controllo touchpad vicino alla leva del cambio. Tra le versioni disponibili nella gamma, c’è anche quella bifuel alimentata a benzina e Gpl. Una scelta per chi vuole risparmiare, inquinando meno. Per percorrere 100 chilometri l’Opel Insignia bifuel ha bisogno di 7,6 litri di carburante nel ciclo misto, 6,2 litri in autostrada e 10,1 litri in città. Le emissioni si attestano sui 124 g/km di CO2.

 

Prestazioni e prezzi
Disponibile nell’allestimento Advance o Cosmo, l’Opel Insignia con alimentazione a benzina e Gpl raggiunge una velocità massima di quasi 200 km/h, accelerando da 0 a 100 km/h in 11,9 secondi. Il quattro cilindri da 1.4 litri, sovralimentato e abbinato a un cambio manuale a sei marce, eroga una potenza di 140 CV. La coppia massima di 200 Nm entra in azione a 1.850 giri/minuto. Da listino, i prezzi dell’Opel Insignia bifuel partono da 28.720 euro.

ARTICOLI CORRELATI