Opel Zafira Tourer a metano

Il multispazio Opel vanta la migliore autonomia del segmento, 530 km di percorrenza, grazie al motore 1.6 ecoM Turbo metano da 110 kW/150 CV. Disponibile a partire da 27.700 Euro

Opel Zafira Tourer a metano
La monovolume tedesca dopo le motorizzazioni benzina e diesel, ha aggiunto anche un propulsore a carburante alternativo estremamente efficiente ed ecologico: è la nuova versione ecoM Turbo a metano, caratterizzata da una autonomia di 530 km, la migliore del segmento, ben oltre la soglia dei 500 km.
Come il modello precedente, anche Zafira Tourer è dotata del sistema monovalentPlus di Opel e dispone di una riserva di benzina di 14 litri, per un’ulteriore autonomia di 150 km.

Caratteristiche del motore di Opel Zafira Tourer a metano
La Zafira Tourer 1.6 ecoM Turbo eroga 110 kW/150 cv, 210 Nm di coppia e raggiunge una velocità massima di 200 km/h. La vettura consuma 4,7 kg/100 km di metano nel misto, pari a 7,2 m3 e a circa il 6% in meno rispetto alla precedente Zafira metano.
Ridotti i consumi tanto quanto le emissioni che arrivano ad un livello di 129 g/km contro i 139 g/km della generazione che l’ha preceduta. Questi valori rendono la Zafira Tourer a metano in regola secondo la normativa Euro 5.

Non solo metano ma anche biogas per la Zafira Tourer
La Opel Zafira Tourer va a metano ma non si alimenta solo di quello: infatti il motore 1.6 funziona anche con altri carburanti quali il biogas (con emissioni di anidride carbonica pari quasi a zero) o con una miscela di metano e biogas.
Migliorati consumi ed emissioni, di fatto anche l’autonomia della nuova Opel Zafira Tourer metano è stata migliora, grazie anche a un nuovo sistema di serbatoi leggeri circa il 25% rispetto al modello che consente di aumentare la capacità di metano a 25 kg (modello precedente: 21 kg) e all’ottimizzazione del sistema di trazione. I prezzi della Zafira Tourer versione metano partono da 27.700 Euro.

Il sistema di serbatoi della Opel Zafira Tourer a metano
Dai 21 kg della precedente monovolume (che rimane ancora in vendita), i tecnici Opel hanno portato il volume dei serbatoi del metano a 25 kg, aumentando in questo modo l’autonomia di viaggio in modalità metano di circa il 25%, a 530 km. Hanno anche cambiato i cilindri di acciaio, scegliendo un leggerissimo materiale composito all’avanguardia con fibra di carbonio, che ha permesso di risparmiare 85 chilogrammi di peso.
Per aumentare l’autonomia sono stati utilizzati anche dei regolatori di pressione elettronici al posto di quelli meccanici, come nel caso della precedente Zafira metano. Grazie a questi regolatori elettronici, quando i cilindri sono quasi vuoti è possibile sfruttare in modo efficiente anche le più piccole riserve. In configurazione sette posti, Zafira Tourer ecoM ha un chiaro vantaggio rispetto alla concorrenza in termini di autonomia di viaggio.
Il sistema monovalentPlus per la massima efficienza nella guida quotidiana Opel è stato il primo costruttore a ottimizzare i motori per l’uso del metano adottando l’intelligente sistema monovalentPlus . Grazie a questo approccio già sperimentato e verificato, il motore è stato ottimizzato per l’impiego del metano, ma il veicolo è dotato anche di un serbatoio ausiliario per la benzina con una capacità di 14 litri. Quando i serbatoi del metano sono vuoti, la vettura inizia automaticamente a utilizzare le riserve di benzina.

L’abitacolo di Opel Zafira Tourer metano
Per il resto, la Zafira Tourer metano non cambia le sue caratteristiche interne, che vantano una particolare flessibilità.
Infatti, grazie all’abitacolo spazioso e al sistema di sedute flessibile, Zafira Tourer offre un volume di carico di rilievo (oltre 1800 litri con tutti i sedili posteriori abbattuti). Molti sono i vani di stivaggio, tra cui la rivoluzionaria e multifunzionale FlexConsole, un ulteriore progresso dell’innovativo sistema FlexRail presentato in precedenza su Opel Meriva. Questa innovazione definisce un nuovo standard ed è uno dei tanti esempi della flessibilità di classe superiore di Zafira Tourer. Il bracciolo contiene un vano portaoggetti e, insieme al portabicchieri, può spostarsi lungo le guide di alluminio per essere portato nella posizione desiderata, consentendo di usare in modo flessibile l’ampio spazio tra i sedili anteriori, proprio dove è più accessibile e utile.
All’interno grande luminosità viene offerta dal vetro panoramico sul tetto, mentre all’esterno le possibilità di carico vengono ulteriormente incrementate grazie all’intelligente  portabici FlexFix, che permette di caricare fino a 100 kg, in modo da poter trasportare anche le nuove bici elettriche. Il portabici carico può essere inclinato ad angolo e bloccato per consentire l’apertura del portellone, rendendo il vano bagagli di della nuova Opel Zafira Tourer sempre accessibile dall’esterno.

TAGS:
ARTICOLI CORRELATI