Peugeot 2008 è Auto Europa 2014

L'Unione italiana dei giornalisti dell'automobile consegna a Peugeot 2008 il titolo di Auto Europa 2014. Il crossover si classifica primo seguito da Fiat 500 L living e Citroen C4 Picasso

Auto Europa 2014
Il premio Auto Europa 2014 va a Peugeot 2008, il nuovo crossover del marchio francese, che conferma con questo titolo un successo già ampiamente sottolineato dalle vendite sul mercato dal lancio nel mese di maggio fino ad oggi. Svoltasi a Roma la manifestazione, indetta dalla Uiga ovvero l’Unione italiana dei giornalisti dell’automobile, ha raggiunto la sua 28a edizione che ha visto il SUV di segmento B Peugeot 2008 trionfare con 167 punti, distanziando le rivali Fiat 500 L Living a 117 punti e Citroen C4 Picasso a 103 punti.

 

Le qualità di Peugeot 2008
I giornalisti dell’Uiga hanno apprezzato in particolare l’ottimo rapporto qualità prezzo, il design, l’innovazione e i consumi ridotti di Peugeot 2008. Ad ulteriore testimonianza dell’ottima strategia del marchio francese in questo difficile momento per l’auto in Europa vi è il fatto che nell’albo d’oro del premio il crossover bissa il successo ottenuto nella precedente edizione proprio da Peugeot 208, la compatta di segmento B su cui è stato sviluppato questo nuovo modello.

 

Un ottimo momento per il marchio francese
Concetto sottolineato anche da Eugenio Franzetti, Direttore delle Relazioni Esterne di Peugeot Italia che nel ritirare il premio Auto Europa 2014 ha commentato: «Questo riconoscimento sottolinea che il buon lavoro svolto da Peugeot in questi anni, in controtendenza rispetto ad un comparto in flessione, paga moltissimo. Il grande successo commerciale riscosso da 2008, ha richiesto l’incremento dei ritmi di produzione della fabbrica di Mulhouse che ha portato a tre i turni di lavoro».

 

Una tavola rotonda sulle regole per la sicurezza
Auto Europa 2014 è stata anche l’occasione per una tavola rotonda promossa dalla Uiga sul tema “Il rispetto delle regole: la base della sicurezza” moderata dal presidente Marina Terpolilli e che ha visto la partecipazione e gli interventi del direttore generale dell’UNRAE Romano Valente, di Fabio Bertolotti direttore di ASSOGOMMA, Rossella Sebastiani responsabile dell’ufficio normative dell’ANIA e Rita Caroselli direttore di Assogasliquidi.

 

I temi trattati
Numerosi e diversi i temi trattati, dal trattamento fiscale e detraibilità dei costi di acquisto e manutenzione delle auto aziendali, dove si registra una netta discrepanza tra quanto avviene in Italia e nel resto d’Europa, a possibili forme di agevolazione sull’acquisto di auto vetture a GPL per ridurre le emissioni di CO2, alla lotta all’evasione dell’obbligo di assicurazione che viene contrastata con l’entrata in vigore del decreto che prevede la dematerializzazione del contrassegno assicurativo. Ed infine la lotta alla contraffazione e alla vendita di prodotti non omologati negli pneumatici per auto e moto, che porta con sé l’introduzione nel mercato di olii e sostanze bandite in Europa da diverso tempo.

 

La conclusione
La presidente dell’UIGA Marina Terpolilli ha concluso i lavori sottolineando l’importanza di una efficace coesione tra gli attori della filiera per fare fronte comune e a tutto vantaggio del rispetto e del miglioramento delle normative vigenti. “Dobbiamo tutelare la sicurezza degli automobilisti contrastando i fenomeni di raggiro ed evasione che si ritorcono sul portafoglio delle famiglie italiane e sui costi sociali sopportati dall’intera comunità”.

ARTICOLI CORRELATI