Peugeot 207 GTI (RC) – Test Drive

La sicurezza di un felino, la potenza di un leone

Peugeot 207 GTI (RC) – Test Drive. Nizza – Vi ricordate la 206 RC? E la mitica 205 GTi? Rabbiose compatte dalle prestazioni entusiasmanti e con l’assetto da go-kart, giocattoli piuttosto divertenti. Ebbene, a volte ritornano…Il carattere di base rimane lo stesso, cambia naturalmente il nome: la nuova Peugeot 207 GTi è arrabbiata come poche e raffinata quanto basta per incuriosirci fin dalle prime indiscrezioni. Il team di Infomotori.com non è mancato alla presentazione ufficiale svoltasi in Costa Azzurra, per la precisione a Nizza, tra le strade sinuose della zona montuosa alle spalle della splendida Promenade. Inutile dire che il “mezzo” è stato torchiato a dovere e le risposte sono state davvero molto soddisfacenti.
Incipit d’autore La nuova Peugeot 207 GTi nasce sotto una buona stella: il protagonista del progetto, il motore, è infatti quanto di meglio ci si possa aspettare da un benzina. Il quattro cilindri THP sfrutta l’iniezione diretta del carburante e ci affianca una bella turbina Twin-Scroll, capace di rispondere con impressionante solerzia alle sollecitazioni. Aggiungete poi l’overboost, che porta la coppia temporaneamente da 240 a 260 Nm fin da 1.600 giri, grazie all’innalzamento della pressione di sovralimentazione da 0,8 ad 1 bar. La potenza massima tocca invece quota 175 cavalli, che lanciano la 207 GTi verso i 100 orari in 7,1 secondi, con una velocità di punta di 220 km/h, raggiunti in quinta.
Le raffinatezze tecniche di questo propulsore, sviluppato in collaborazione con BMW, sono numerose. L’iniezione diretta viene gestita da una pompa a due pistoni, azionata meccanicamente dall’albero a camme della distribuzione. Gli iniettori polverizzano il carburante direttamente e lateralmente nella camera di combustione, creando una diffusione omogenea della miscela e, di conseguenza, una combustione efficiente. La distribuzione è a due alberi in testa con fasatura variabile, con recupero idraulico del gioco valvole: il sistema è molto leggero e mira alla riduzione degli attriti, perdite che inficiano sia la potenza che i consumi.

ARTICOLI CORRELATI