Quanto dura una batteria di un’auto elettrica? E dopo cosa succede?

Con gli attesi incentivi ed il boom delle auto elettriche aumenteranno le vetture circolanti, le colonnine di ricarica ma anche il numero di batterie. Molti lettori chiedono quanto dura una batteria, come può essere smaltita e che conseguenze comporta per l'ambiente

Quanto durano le batterie delle auto elettriche e cosa succede alla fine? Altra domanda ricorrente degli scettici che pensano di aver trovato nella batteria il tallone d’Achille della vettura elettrica. In realtà hanno ragione perché oggi per avere una autonomia da 5/600 km devi portarti dietro 1000 kg di batterie che non sono certo una piuma.

La tecnologia vola al pari degli investimenti e quindi facile prevedere che entro il 2025 vi sarà un bel balzo in avanti. Ma quanto durano oggi le batterie ? Che siano longeve non è un mistero tanto che quasi tutte le case ve le garantiscono attorno agli 8 anni chi con limiti chilometrici e chi senza limiti come Tesla! Per 10 anni e 6/700.000 km le batterie sicuramente accompagneranno la vettura elettrica per poi trasformarsi in splendidi accumulatori per raccogliere energia da poi distribuire alle stesse auto elettriche del futuro. Renault lo ha già messo in pratica!

Molte Tesla (noleggiatori o taxi specie in California ma anche in Olanda e Norvegia) superano tranquillamente i 600.000 km senza problemi e costi perchè oltre alle batterie sono garanti per otto anni i motori elettrici confermando l’affidabilità in condizioni estreme con il deserto di Las Vegas o i freddi inverni di Oslo!

Personalmente, dopo aver superato i primi 50.000 km elettrici con una Tesla Model S posso dirvi che la sua capacità è rimasta inalterata dal primo al suo quattrordicesimo mese garantendo sempre la stessa autonomia pari a 385/6 km considerando una guida estremamente sportiva, tanto che il prossimo step sarà di cercare di alzare il piede dall’acceleratore per vedere di capire se si può salire a quota 450 km anche se con una rete capillare di Supercharger a ricarica veloce (70% della batteria in circa 15 minuti con livello sotto il 20%) non si capisce perchè perdersi il piacere della guida elettrica con riprese ed accelerazioni fantastiche al pari della tenuta e motricità (questo vale anche per una Smart EQ!)

Quanto costa la batteria e’ un’altra domanda ricorrente e molti si sorprendono quando gli spieghi che il pacco batterie da circa 1.000 kg non è fatta da un solo corpo unico ma da migliaia di pile riunite in gruppi (detti anche pacchi) che poi vengono assemblati ed uniti fino a diventare un corpo unico affogato spesso in liquidi refrigeranti per mantenere le batterie ionio litio in perfetta efficienza sia con 40° gradi sopra o sotto lo zero!

Ma quanto vale una batteria? Non esiste ovviamente un listino ma un valore vicino al reale oggi va dai 7 ai 15.000 euro per le vetture con oltre 400 km di autonomia con il vantaggio che magari potrete cambiare fra 10 anni l’intero corpo batterie trovandovi un’auto con u’autonomia raddoppiata e pronta a fare altri 10 anni visto che la parola usura è tipica degli endotermici più che delle ZEV tanto da non aver nulla di consumabile tranne le spazzole dei tergi e le pastiglie dei freni che però durano almeno 4 volte di più delle Diesel grazie al fatto che recuperano l’energia in frenata appena si molla il pedale del gas !

Ma dopo 30 anni le batterie dove si mettono? Come ogni componente di una vettura va riciclata e resa innocua per l’ambiente come già oggi si fa per le stesse batterie per le auto che hanno un’altra funzione ma hanno sostanze che non sono certo vicine all’acqua.

ARTICOLI CORRELATI