Renault Laguna Coupè – Test Drive

Abbiamo guidato in Portogallo la nuova Renault Laguna Coupè. L'elegante tre porte francese si distingue per il comfort di marcia e gli elevati standard di sicurezza

Renault Laguna Coupè – Test Drive. Albufeira (Portogallo) – Nel firmamento delle belle macchine si fa largo anche una Renault. E’ la Laguna Coupé. Che non sfigura certo quando sfila sul palcoscenico al concorso delle miss, accanto a Mercedes Clk, Peugeot 407 Coupé, Passat Cc, Bmw Serie 3, Alfa Romeo Brera e addirittura Audi A5. Sono tutte vetture che hanno un particolare tocco di classe e di impronta sportiva e che rappresentano tutte una nicchia di mercato, quindi costituiscono un peso relativo sui bilanci delle Case ma che invece assumono una grande importanza per l’immagine del marchio. E proprio per Infomotori siamo andati fin nel sud del Portogallo, per ammirare la Laguna Coupé e per provarne l’emozione di guidarla sulle strade sinuose e deserte ma inondate ancora dal sole della regione dell’Algarve, toccata solo marginalmente dalle piogge e dai rigori di questo tardo autunno. Eccola quindi, la bellezza francese, dalle dimensioni piuttosto importanti (è lunga 4,643 metri, 5 cm meno rispetto alla berlina) ed abbastanza in carne, visto che pesa 1.428 kg, vale a dire 15 in più, sempre rispetto alla Laguna berlina. Rappresenta la punta di diamante della gamma della nuova Laguna che ha visto la luce un anno fa con la berlina, alla quale poi si sono aggiunte la SportTour e la Gt. Ma è il Coupé che esprime appieno la quintessenza del puro piacere automobilistico. La silhouette robusta e scattante suggerisce un dinamismo senza ostentazioni; una bellezza quindi che si nota, eccome si nota, ma che non dà nell’occhio. La sua linea poi, ci sembra sia stata creata non per stupire all’istante ma per durare nel tempo ed è orientata verso la fluidità e l’eleganza, evitando spigoli e asperità per non intralciare e distogliere lo sguardo. Il suo cofano spiovente con nervatura centrale e la larga calandra con griglia cromata esprimono slancio e dinamismo. La parte posteriore invece si distingue per uno sbalzo corto di 926 millimetri che offre al modello un aspetto scattante e per il doppio terminale di scarico cromato che evoca il mondo corsaiolo. Gli interni sono confortevoli e di alto di gamma grazie alla qualità dei materiali e alla raffinatezza delle rifiniture. I sedili posteriori, riservati solo a due persone, come esige un coupé di classe, sono ampi e, come sottolineano i progettisti, di “effetto lounge” quindi rassicuranti e protettivi. Anche i rivestimenti delle due imponenti portiere rispecchiano la qualità dei materiali delle sellerie per ribadire il carattere esclusivo del Coupè.

ARTICOLI CORRELATI