USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Rivendibilità auto, i SUV meno svalutati: T-Roc, Evoque, Macan e Urus

Infomotori.com vi racconta in esclusiva la classifica dei SUV meno svalutati del mercato, dai compatti ai più grandi. Tante sorprese, una su tutte il trionfo del lusso

Quando si acquista un’auto nuova tra i dilemmi sulle dotazioni, sul sovrapprezzo per un colore più accattivante e sugli optional disponibili (non rinunciate all’infotainment!) spesso il dubbio più pressante riguarda l’investimento puro e semplice: se l’auto non mi piace o la devo cambiare per altre esigenze, quanto ci ho rimesso? abbiamo chiesto a Sanguinetti Editore, partner con cui vi offriamo i listini Eurotax, quali siano le auto che si svalutano meno nel tempo.

Abbiamo scelto di prendere in esame il valore di ritiro (il listino Eurotax Blu), riferito alla cifra che viene offerta dal concessionario ad un privato nel caso di ritiro permuta. Per avere una lettura più omogenea dei dati abbiamo scelto di prendere in esame le diverse categorie di SUV, dai compatti ai lussuosi, nella loro versione meno svalutata. Con queste tabelle potete confrontare gli investimenti più solidi… o cercare l’affare giusto tra gli usati!

Il miglior investimento? Lamborghini Urus

Le sorprese sono tante, a cominciare dal fatto che a svalutarsi meno (ironia della sorte) sono proprio i SUV d’alta gamma, con Lamborghini Urus che perde solo il 14% in un anno di utilizzo, di gran lunga il miglior risultato fra tutte le categorie presentate. Fa specie anche il record negativo dei B-SUV, i più piccoli fra le quattro categorie prese in esame. Alcuni modelli sfiorano addirittura il 40% di perdita in un solo anno dalla data d’acquisto.

B-SUV: Il migliore è Volkswagen T-Roc

B-SUV meno svalutati del 2020

Tabella fornita in esclusiva dal nostro partner per i listini Eurotax Sanguinetti Editore

Tra i SUV di minima stazza, ovvero quelli sotto ai 4,25 metri di lunghezza, spicca Volkswagen T-Roc con una svalutazione del 30,8% nel primo anno di utilizzo nella sua versione equipaggiata dal tre cilindri a benzina da 1 litro.  Segue a ruota il fratello minore T-Cross col medesimo propulsore, mentre sul terzo gradino del podio c’è la prima delle due coreane (e l’unica ibrida) in classifica: Hyundai Kona HEV, nella versione a due ruote motrici con cambio automatico DCT. Da segnalare anche il sesto posto di Seat Arona a metano, che strappa un -36,5% grazie ad un’alimentazione sempre ricercata tra gli automobilisti più alternativi.

Tra i compatti vince Land Rover

C-SUV meno svalutati del 2020

Crescendo, si sa, lo stile diventa importante. Così in cima alla classifica dei C-SUV meno svalutati c’è la Land Rover Evoque Diesel, che perde soltanto il 24% dimostrando l’importanza di un brand premium come quello britannico in termini di investimento. Ed il secondo gradino occupato dalla Discovery Sport non può che confermare la cosa. Terzo posto, invece, per la bella Volvo XC40, anch’essa molto richiesta da un pubblico da sempre attento allo stile. Da notare come le prime 5 auto in classifica siano tutte a gasolio, situazione pressoché opposta a quanto abbiamo visto con i più piccoli crossover. Il Diesel, almeno in termini di rivendibilità, non è ancora del tutto tramontato.

Porsche Macan da 354CV è re dei SUV

SUV medi meno svalutati del 2020

Il SUV medio più amato dai concessionari invece è Porsche Macan, oltretutto nella sua potente versione a benzina da 354 CV con cambio automatico PDK, che va a perdere “soltanto” il 26% nel primo anno di utilizzo. Seguono le due versioni di Mercedes-Benz GLC, entrambe in configurazione Diesel con trazione integrale 4Matic, a cui si accodano BMW X4 ed X3, entrambe attorno al 30% di svalutazione. Interessante notare che, anche in questo caso, la maggioranza delle vetture in classifica sono presenti nella rispettiva versione Diesel.

Il macchinone è sempre un buon investimento

I Super SUV meno svalutati del mercato

…o almeno lo è Lamborghini Urus, complice l’effetto novità che porta la svalutazione della vettura ad un apprezzabile -14%. Segue Audi E-Tron 55, unica vettura completamente elettrica nella lista. A tal proposito è interessante notare come, nel caso delle auto di lusso, la scelta dell’alimentazione diventi meno rilevante. Chiude al terzo posto l’eterna Cayenne (nella sua variante ibrida) con un 27,3% di valore in meno dopo il primo anno di utilizzo. Menzione d’onore per Maserati Levante, quinta con il 29% ed unica italiana presente in tutte e quattro le tabelle.

RUOTE IN RETE