USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Semafori intelligenti: il punto nevralgico delle città del futuro

Mentre oggi i nostri semafori sono regolati da timer, quelli del futuro useranno sensori, telecamere e radar per regolare in maniera ancora più efficiente il traffico cittadino

Le nostre città, così come le conosciamo, non saranno più le stesse: gli ultimi ritrovati della tecnologia le stanno trasformando in “smart cities“, con un focus centrato sull’aumentare la qualità della vita delle persone riducendo al minimo lo spreco di risorse e materie prime. In questo contesto entra in gioco anche la rivoluzione della mobilità urbana, che inizierà presto grazie all’introduzione dei cosiddetti “semafori intelligenti“.

Cosa sono? A conti fatti sono molto simili ai sistemi di viabilità che incontriamo tutti i giorni, dai quali però si differenziano per la tecnologia di gestione degli incroci: non più basati su timer, che regolano l’accensione delle varie luci a cadenza regolare, ma piuttosto su sensori, radar e telecamere capaci di vedere cosa sta accadendo in strada e di raccogliere informazioni utili sulla qualità del traffico automobilistico.

Incrociando i dati tra le vie di comunicazione di un incrocio questi “occhi elettronici” potranno migliorare la viabilità ordinaria, riducendo per esempio il tempo di attesa del rosso oppure aumentando il verde a seconda delle necessità del momento. In questo modo saranno in grado di migliorare non solo la qualità del traffico, riducendolo drasticamente nelle ore di punta, ma anche quella dell’aria, con un minor inquinamento derivato dalla fermata dei veicoli, e della vita degli automobilisti, che sicuramente saranno meno inclini ad arrabbiarsi di fronte al solito arancione che dura troppo, troppo poco…

Semafori intelligenti T-Red

Articoli più letti
RUOTE IN RETE