Skoda Kamiq, un nuovo crossover per affiancare Kodiaq e Karoq

Skoda Kamiq, il nuovo Crosssover del marchio ceco, va ad affiancare Kodiaq e Karoq per completare una gamma sempre più dinamica e variegata. Ecco tutte le informazioni ufficiali

Skoda Kamiq è il terzo elemento della gamma SUV Crossover del marchio boemo. Con Kodiaq e Karoq condivide, oltre alla prima e all’ultima lettera di un nome in lingua inuit, anche buona parte della filosofia. Skoda infatti, con l’arrivo di un nuovo Crossover compatto, dimostra la sua piena attenzione al fenomeno dei SUV, in fermento da ormai diversi anni e arrivato ormai a superare (come quote di mercato) anche le compatte.

Il nome Kamiq, che è traducibile in “qualcosa che si adatti perfettamente a ogni situazione, quasi fosse una seconda pelle”,  è già impiegato per la nomenclatura di un modello dedicato al mercato cinese. La variante europea è invece più contenuta nelle dimensioni e dotata di un’agilità di riferimento per affrontare le insidie cittadine, oltre a presentare gruppi ottici più sottili e futuristici. In Europa lo stile conta ancora di più.

Skoda Kamiq, svelati gli interni

Skoda Kamiq porta al debutto il nuovo corso stilistico del brand per quanto riguarda gli interni. Con un’impostazione già vista su Vision RS allo scorso Salone di Parigi, con una plancia pulita e piuttosto tecnologica.

La strumentazione, denominata Virtual Cockpit, è un generoso display da 10,25 pollici estremamente personalizzabile, nonché adattabile ai diversi stili di guida come visto su Audi. Bello anche lo schermo flottante dell’infotainment, integrabile con Apple CarPlay e Android Auto. Skoda Kamiq offre anche il riscaldamento del parabrezza, piuttosto utile nelle fredde giornate invernali, tra le opzioni disponibili negli allestimenti più completi.

Nel complesso gli interni del nuovo Crossover boemo mettono in discussione le cose, anche con la concorrenza interna, specialmente per quanto riguarda i brand più blasonati del Gruppo tedesco. Per quanto riguarda la tecnologia ADAS, Skoda Kamiq mette in campo le armi d’ordinanza in dotazione a tutti i modelli della famiglia di Wolfsburg, offrendo di serie Front Assistant e Lane Assistant. Tra gli optional più interessanti troviamo l’Adaptive Cruise Control fino a 210Km/h ed il Park Asssist.

Cinque turbo facili per la nuova Kamiq

Skoda Kamiq si presenta con una gamma motori ben strutturata: motori turbocompressi, con Start/Stop ed omologazione antinquinamento Euro 6d-TEMP. Oltre a tre motori a benzina ed un Diesel, Kamiq debutta anche con l’unità a gas metano sfruttata da Seat Arona.

Il primo motore della gamma è il tre cilindri 1.0 TSI a benzina con 95CV e 175Nm di coppia abbinato ad un manuale a 5 rapporti. Salendo, il TSI da un litro viene configurato con 115CV, 200Nm ed un cambio a 6 marce che può essere sostituito con l’ottimo DSG a 7 rapporti del gruppo Volkswagen.

Il top di gamma per quanto concerne i motori a benzina è rappresentato da un quattro cilindri in linea da 1,5 litri (TSI) con 150CV e 250Nm di coppia. Lo stesso motore che abbiamo visto al debutto tre anni fa su Seat Leon, il quale consente la disattivazione di due cilindri per ottimizzare il risparmio di carburante quando il driver richiede poca potenza attraverso il sistema ACT (Active Cylinder Technology).

Per quanto riguarda il gasolio resta in gamma l’ottimo Diesel 1.6 TDI da 115CV con una coppia massima di 250Nm, con omologazione Euro 6 e filtro antiparticolato, filtro SCR e serbatoio AdBlue per emissioni ridotte e percorrenze di tutto rispetto: almeno 20 chilometri reali con un litro di carburante, che possono diventare di più se si sceglie il DSG a 7 rapporti rinunciando al manuale a 6 marce offerto di serie.

La panoramica dei motori si chiude con la scelta green del 1.0 G-TEC a metano: un motore lineare e parsimonioso, capace di 90CV e 160Nm di coppia. Con questo propulsore non è disponibile l’automatico, ma il manuale concede i 6 rapporti per ottimizzare i consumi sulle lunghe trasferte.

Dimensioni compatte

Skoda Kamiq bagagliaio

Il vano di carico di Skoda Kamiq è nella media, ma ben organizzato: il piano è del tutto orizzontale ed il frazionamento dei sedili 60/40 permette una buona modulabilità

Le misure di Skoda Kamiq ne fanno una vettura improntata alla vita in città, grazie ad una lunghezza di appena 4,2 metri per una larghezza di 1,79. L’altezza invece si ferma a 1,53 metri. Continuando la disamina la vettura misura un passo di 2,651 mm, a testimoniare sbalzi ridotti ed una massimizzazione dell’abitabilità interna. Chi siede dietro ha quindi uno spazio di 73 mm per le ginocchia.

Nella media la capacità di carico, di 400 litri in configurazione standard che diventano 1.395 abbattendo il divanetto posteriore. Interessante la possibilità di reclinare anche il sedile del passeggero così da favorire il trasporto di oggetti particolarmente lunghi.

Prezzi e disponibilità di Skoda Kamiq

Skoda Kamiq debutterà ufficialmente in occasione del Salone di Ginevra 2019, quando verranno svelati i prezzi e l’arrivo nelle concessionarie del marchio. Ci sono buone probabilità di trovare le nostre strade invase da questo piccolo crossover, riuscito nello stile e generoso nei contenuti con un prezzo che (teoricamente) dovrebbe partire da circa 20.000€.

ARTICOLI CORRELATI