Skoda Octavia 2.0 TSI RS DSG Wagon: la prova su strada

La Skoda Octavia si sta dimostrando una della vetture famigliari più di successo nel mercato europeo ed anche in Italia sta spingendo ad un duraturo ed importante segno più le vendite della marca ceca del Gruppo Volkswagen. Infomotori ha provato la versione sportiva al top della gamma di questa vettura. la Skoda Octavia 2.0 TSI RS Wagon che viene a listino 31.730 euro (optional esclusi)

Il segmento delle station wagon suscita in Italia una buona tenuta anche se la sua crescita è nettamente inferiore a quella dei suv e crossover. Skoda propone uno dei prodotti più validi e spaziosi della categoria, si tratta della Skoda Octavia che noi abbiamo provato nella versione corsaiola RS. Ecco il nostro parere.

LE NOSTRE IMPRESSIONI SULLA SKODA OCTAVIA 2.0 TSI RS DSG WAGON

La Skoda Octavia Wagon RS DSG si nota subito al primo sguardo, specie se si guarda la zona posteriore dove spiccano lo spoiler ed i due scarichi cromati laterali abbelliti da una fascia rossa sul paraurti. Anche l’anteriore è molto aggressivo con la grande calandra cromata, tipica del marchio ceco, che sovrasta una grossa presa d’aria con griglia a nido d’ape. Belle anche le pinze dei freni colorate in rosso che richiamano le cuciture a vista su volante e sedili, entrambi rivestiti in pregiata pelle nera (optional non troppo costoso venduto a 585 €). La plancia è ben progettata, la strumentazione è ben visibile ed a portata di mano; è forte la parentela con le cugine del gruppo Volkswagen. Lo spazio a bordo è notevole, ma il vero punto forte della Skoda Octavia è il bagagliaio che, grazie agli oltre 600 litri di capienza, è il più ampio della categoria (la vettura è lunga 4,66 metri). Buona la dotazione di serie di questa vettura, ma attenzione perché la lista degli optional è molto lunga e può far gola ai patiti delle personalizzazioni. In quel caso il portafoglio potrebbe rimanere presto a secco. Nella versione in prova avevamo, oltre ai già citati interni in pelle, airbag laterali posteriori, Cerchi in lega “GEMINI” da 18 pollici, Crew Protect Assistant, radio digitale, Driver Activity Assistant, front assistant, manicoretti sul tetto argentati, Parking Assistant, sedili anteriori riscaldabili, specchietti retrovisori ripiegabili e riscaldabili, tetto panoramico e sound system Canton. Il tutto ha fatto impennare il prezzo finale ad oltre 40.000 €, una cifra davvero impegnativa, tenendo conto che sono acquistabili anche altri optional.

SU STRADA CON LA SKODA OCTAVIA 2.0 TSI RS DSG WAGON

Il motore di questa Skoda Octavia Wagon RS è davvero esuberante, merito di 220 CV e di una massa di poco superiore ai 1.400 kg. Settando la vettura in modalità “Race” cambia il sound che diventa piuttosto cupo. Accelerazione e ripresa sono da vettura sportiva, merito anche della trasmissione automatica DSG che non ha esitazioni e ritardi di innesto. Ottimo e ben modulabile anche l’impianto frenante, anche se la vettura, vista la sua lunghezza e la trazione anteriore tende un po’ a scodare in inserimento di curva. Buona la tenuta di strada, peccato per la trazione anteriore che, vista la prerogativa sportiveggiante della Octavia RS sarebbe stata meglio al posteriore. Altra piccola pecca di questa versione RS è la mancanza della possibilità di avere le quattro rute motrici. La posizione di guida è comunque buona ed anche la visibilità sia anteriore che posteriore fanno di questa Skoda una wagon ben fatta. I consumi della Octavia RS svelano una doppia anima di quest’auto: se si va regolari a 120 in autostrada ci si avvicina ai 15 km/litro in modalità “Eco”, ma inserendo l’assetto “Race” la storia cambia e si fatica a stare sui 10 km/litro poiché tutti i parametri diventano molto reattivi e la risposta aggressiva. La Skoda Octavia Wagon RS rimane comunque un ottimo prodotto che ormai può vantare livelli di qualità, finiture e comfort di bordo che un ventennio fa sarebbero stati impensabili per vetture della Casa ceca. Una vettura adatta a chi ha famiglia, ma che non disprezza di fare qualche incursione su pista.

Pro

Aspetto sportivo e curato anche negli interni

Spazio a bordo e per i bagagli

Ottimo binomio motore e cambio DSG

Contro

Mancanza della trazione integrale

Consumi alti se si sceglie la modalità “Race”

Prezzo che lievita se si attinge alla grande dalla lista degli optional

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE