Skoda Rapid Spaceback test drive

Provata su strada nel veronese la station wagon due volumi della Skoda Rapid battezzata Spaceback che nella versione 1.6 TDI da 105 CV costa 21.300 euro

Infomotori.com ha provato nel veronese, nella rinomata e splendida zona di Valpolicella, la nuova Skoda Rapid Spaceback, variante familiare della berlina tre volumi. La Rapid Spaceback è una station wagon due volumi che vanta un bagagliaio molto capiente ma anche un design piacevole, proporzionato e moderno. Fra le motorizzazioni disponibili abbiamo scelto per il test drive la versione 1.6 TDI 105 CV (77 kW), il cui prezzo di listino è di 21.370 euro e che secondo le stime dei responsabili del Gruppo Volkswagen, a cui Skoda appartiene, rappresenta circa il 45% delle vendite totali del modello sul mercato italiano.

Lunga 4.304 mm, larga 1.706 mm ed alta 1.459 mm, con un passo di 2.602 mm, Skoda Rapid Spaceback ha un bagagliaio la cui capacità spazia da 415 a 1.380 litri ed è inoltre disponibile in tre diversi allestimenti: Active, Ambition ed Elegance (quello per cui almeno un cliente italiano su due opterà, in caso di acquisto di una Rapid Spaceback). La qualità dell’ultima nata di Casa Skoda è elevata, segno evidente che il Marchio sta compiendo grandi passi avanti proprio in ottica soddisfazione del cliente e qualità percepita. Grande importanza la riveste ora infatti il design, con il profilo laterale caratterizzato da fiancate sportive ed allungate, che donano alla Rapid Spaceback una silhouette dinamica e giovane. A richiesta può essere richiesto anche il tetto panoramico in vetro che si estende dal parabrezza al lunotto e che trasmette una sensazione di estrema eleganza.

Il tetto panoramico in vetro viene combinato con il lunotto posteriore esteso con vetri ombreggiati, che si spinge circa 10 centimetri più in basso sul portellone rispetto al normale lunotto di serie. Posteriormente invece troviamo il diffusore nero ed i catadiottri nel paraurti che accentuano lo sviluppo orizzontale dei tratti, al pari dei grandi gruppi ottici posteriori con design a forma di “C” tipico del Marchio. Frontalmente i richiami alla Skoda Rapid berlina sono evidenti, mentre sin dal momento del lancio la Spaceback sarà anche disponibile con il “Pacchetto Xeno” che comprende fari allo xeno e fendinebbia con luci con funzione curvante.
Il bagagliaio della Skoda Rapid Spaceback presenta un doppio piano di carico che sostanzialmente lo divide in due livelli orizzontali. Ci sono poi il raschietto per il ghiaccio e l’alloggiamento per il giubbetto ad alta visibilità, ma anche altre soluzioni intelligenti come il porta-ticket, i vani portaoggetti anteriori e posteriori ed il sistema di supporto per dispositivi multimediali. Le motorizzazioni sono varie e comprendono tre unità benzina e tre diesel. Nel dettaglio esse comprendono: il 1.2 TSI 86 CV, il 1.2 TSI 105 CV ed il 1.4 TSI 122 CV per quanto riguarda i benzina ed il 1.6 TDI 90 CV, il 1.6 TDI 90 CV DSG ed il 1.6 TDI 105 CV per quanto concerne i diesel.

Al volante della Skoda Rapid Spaceback non si rimane affatto delusi dalle sue prestazioni, anzi! Le vibrazioni sono pressochè assenti ed anche al minimo il motore diesel non è rumoroso. Certo che un minimo di sonorità rimane, ma non inficia assolutamente il piacere di guida (o del viaggio, per chi fa il passeggero) che offre la nuova familiare del marchio ceco. Il propulsore è pronto nell’erogazione e decisamente fluido, ma anche le sospensioni e l’inedito servosterzo elettromeccanico C-EPS (Column-Electric Power Steering) si fanno apprezzare.
Buono il cambio che mantiene l’ottima tradizione del Gruppo Volkswagen, al pari dello sterzo preciso e diretto pur non essendo la Rapid una sportiva ma se ci si vuole divertire non si tira indietro!  Buono anche il sistema frenante per non parlaare della tenuta di strada e della stabilità assicurate da un pianale utilizzato dalle stesse Volkswagen.  Insomma una vettura perfetta per il mercato italiano, dai costi di gestione contenuti ed accattivante in quanto a linee. La gamma Skoda Rapid Spaceback sarà in vendita da novembre ed il listino prezzi parte dai 16.260 euro della 1.2 TSI 86 CV Active.

Infotainment da segmento superiore con R-Link
Tra le principali novità proposte da Renault sulla Clio Sporter, merita una citazione il tablet multimediale personalizzabile R-Link, un’opzione da 590 Euro con incluso l’abbonamento per un anno, che dà accesso con la massima facilità ad una vasta gamma di servizi utili tra cui la iCoyote App. In pratica un co-pilota intelligente e discreto che aiuta ad evitare tutte le problematiche relative alla viabilità come code, zone a traffico limitato, Tutor, telecamere al semaforo ed autovelox fissi e mobili, che possono rovinarti il viaggio. Coyote è in grado di aggiornare in tempo reale sulle condizioni di traffico della strada percorsa grazie alla community di altri utenti Coyote che condividono le informazioni fornendo così uno strumento efficacissimo per evitare interruzioni ed incidenti a chi sopraggiunge. Le informazioni compaiono direttamente sullo schermo del tablet ed includono il limite di velocità del tratto percorso, il tipo di velox eventualmente presente e la distanza da esso. In caso di postazione mobile, inoltre, la funzione community diventa ancora una volta determinante fornendoti l’orario dell’ultima segnalazione della sua presenza. In pratica lo strumento da una lato può contare su di un database degli autovelox fissi che si aggiorna quotidianamente in automatico, dall’altro in modo predittivo implementa le segnalazioni degli altri utenti, un bello e pratico strumento per tutelarsi da spiacevoli sorprese.

ARTICOLI CORRELATI