Smart Fortwo gamma propulsori

L'inimitabile Smart è disponibile con carrozzeria coupé o cabrio. Sotto pelle troviamo moderni motori benzina e diesel, senza dimenticare la variante Electric Drive ad emissioni zero

Piccola, grande Smart Fortwo
Due metri e settanta di lunghezza, due comodi posti, da 220 a 340 litri di bagagliaio. Con questa formula Smart ha scosso dalle fondamenta il segmento delle citycar, proponendo una vettura in grado di sconfiggere il traffico ed abbattere i costi di gestione. Allo stesso tempo, se le vetture fossero tassate a seconda della dimensione (come accade in Giappone ad esempio) parcheggiare nelle nostre città sarebbe molto più facile: più Smart, più spazio per tutti. L’equazione è semplice. La microcar tedesca è disponibile in diversi allestimenti: il cliente può scegliere se allestire una Smart semplice e funzionale oppure dare vita ad una micro-ammiraglia votata a lusso, comfort e tecnologia.

I motori benzina e diesel della Smart
Il minuscolo vano motore della microcar Smart Fortwo è animato da un propulsore di appena 999 centimetri cubi. Questo piccolo quattro cilindri a benzina è offerto in tre varianti di potenza pari a 71, 84 e 102 cavalli. La più prestazionale è ovviamente la Smart Brabus: 102 cavalli sono sufficienti per una velocità massima autolimitata a 155 km/h ed uno scatto da 0 a 100 km/h in appena 8,9 secondi. Sil fronte diesel, Smart offre percorrenze record. Il propulsore da 799 centimetri cubi della Smart CDI garantisce infatti nel ciclo combinato percorrenze pari ad oltre 30,3 km con un litro di carburante. I cavalli sono 54, mentre la velocità massima raggiungibile è di 135 km/h. Lo scatto da 0 a 100 km/h avviene in 16,8 secondi.

Emissioni zero per Smart Electric Drive

Smart Fortwo Electric Drive non è un esercizio di stile, né tanto meno un manichino da salone. E’ un’auto in carne ed ossa, circolante sulle strade di tutta Europa. Grazie ad un motore elettrico da 55 Kw / 75 cavalli, garantisce 125 km/h di velocità massima e uno scatto da 0 a 100 km/h in soli 11,5 secondi. La sua autonomia sfiora i 150 km e si ricarica in sette ore attraverso una normale presa di corrente.

ARTICOLI CORRELATI