Subaru Legacy 3.0R – Test Drive

Il propulsore a 6 cilindri contrapposti non delude, anzi stimola ad una guida pronta ed aggressiva, domata peraltro dal sistema VDC (controllo della dinamica del veicolo) che provvede a ripristinare le condizioni di sicurezza intervenendo sull’ABS attraverso la regolazione della forza frenante e distribuendo accuratamente la coppia sui due assali. I vantaggi della disposizione a […]

Il propulsore a 6 cilindri contrapposti non delude, anzi stimola ad una guida pronta ed aggressiva, domata peraltro dal sistema VDC (controllo della dinamica del veicolo) che provvede a ripristinare le condizioni di sicurezza intervenendo sull’ABS attraverso la regolazione della forza frenante e distribuendo accuratamente la coppia sui due assali.
I vantaggi della disposizione a cilindri contrapposti scelta per questo motore risiedono soprattutto nel suo baricentro basso e negli ingombri ridotti rispetto ad un propulsore “tradizionale”. L’H6-3.0 di Subaru è dotato di fasatura variabile e di un sistema diretto di regolazione dell’alzata delle valvole, che gli conferisce un valore di coppia elevato per un 6 cilindri (297 Nm a 4.200 giri/min) ed una piacevole elasticità lungo tutto l’arco di erogazione.
I dati dichiarati da Subaru parlano di 243 km/h di velocità massima e di un’accelerazione nel classico da 0 a 100 km/h in soli 6,9 secondi, dati che ci sentiamo di confermare appieno, anche se per arrivare ai 100 km/h il tempo ci è sembrato molto più breve…
La trasmissione manuale a 6 marce sviluppata sulla base di quella della Impreza WRX Sti, asseconda in maniera eccellente le potenzialità del propulsore e della trazione integrale, rendendo la guida ancor più divertente. L’inserimento in curva lascia senza fiato, una sensazione che vi invitiamo a provare, in quanto la celeberrima tenuta di Subaru non teme confronti: guidare su due binari sollecitando la vettura è davvero elettrizzante.
Elevata sicurezza
Sul fronte della sicurezza passiva la Legacy dispone della “nuova struttura di rinforzo ad anello” della scocca, che abbraccia e protegge l’abitacolo. L’assorbimento di un eventuale urto è garantito dalla struttura anteriore deformabile e dal motore boxer che scivola verso il posteriore lungo il tunnel del pianale. A completare un quadro da vettura di lusso vengono offerti di serie il doppio airbag frontale, gli airbag SRS laterali e gli airbag SRS a tendina, nonché l’assetto modificato che prevede ammortizzatori Bilstein ad alte prestazioni e ruote da 18 pollici con pneumatici 215/45.
Quanto costa?
Che non sia un’auto da regalare al figlio neopatentato si sa -anche se va ribadito che i 245 cavalli di Subaru Legacy sono domati da un’elettronica e da una meccanica eccellenti, come il mondiale rally insegna-, ma chi avesse una certa “maturità” di guida (e non solo) può gustarsi appieno le appaganti prestazioni di questa Subaru Legacy 3.0R 24V AWD Spec.B ZK, con la certezza che non ne rimarrà deluso. Certo il prezzo è impegnativo (43.980 euro), ma la sostanza è tanta e dopo averla guidata si ha la sensazione che quel prezzo sia ben più che meritato.

ARTICOLI CORRELATI