Subaru nuova Tribeca – Test Drive

La seconda prova era decisamente fuori dal comune per un Suv di questa mole: un laterale di quasi 45°. Si tratta di un passaggio particolare, realizzato con dei tronchi appositamente posizionati, che costringe la vettura ad avanzare con due ruote sul terreno e due ruote su questa fila di tronchi posti a quasi un metro […]

La seconda prova era decisamente fuori dal comune per un Suv di questa mole: un laterale di quasi 45°. Si tratta di un passaggio particolare, realizzato con dei tronchi appositamente posizionati, che costringe la vettura ad avanzare con due ruote sul terreno e due ruote su questa fila di tronchi posti a quasi un metro da terra. Non si troverà mai in una situazione del genere, ma il solo fatto di essere salita, e di aver percorso il tratto di una ventina di metri in questa condizione, dimostra ampiamente la bontà della trazione, la ideale distribuzione dei pesi e il peso contenuto (“solo” 1941 kg, contro i ventitre, venticinque quintali che mediamente denunciano i Suv di questo segmento). La trasmissione integrale permanente segue lo schema arcinoto del “Symmetrical AWD Subaru”, significa una trasmissione integrale permanente con un differenziale centrale che distribuisce la coppia al 45% all’anteriore e al 55% al posteriore come schema di base. Da questa soluzione si attiva un bloccaggio variabile del differenziale, attraverso delle frizioni multiple in bagno d’olio comandate dalla stessa logica elettronica che provvede a regolare le cambiate, qualora un asse dimostrasse segni di perdita di aderenza. L’intervento è pressoché immediato e la motricità, ma soprattutto la stabilità di marcia, sono assicurate, sempre e comunque. La qualità della vita a bordo è decisamente di alto livello, come richiesto dal mercato per questi mezzi. La plancia ha un andamento ad onda che la caratterizza fortemente, e che caratterizzerà anche tutti i futuri modelli della casa delle Pleiadi. Buona l’abitabilità anche per sette persone, meglio per cinque. Nel qual caso i passeggeri dei posti posteriori possono gustare ampiamente lo spazio a loro disposizione e i vari sistemi di intrattenimento loro offerti. Rispetto agli altri modelli del mercato, Tribeca risulta essere molto più riposante nei lunghi viaggi. Un po’ per l’impostazione molto confortevole, molto per il fatto di essere meno pesante dei competitor, viaggiare per qualche centinaio di chilometri con questo mezzo risulta essere decisamente meno stancante. L’evoluzione meccanica è sottolineata esteticamente da un nuovo muso, molto più possente e sottolineato da una calandra decisamente più importante, da nuovi paraurti e da nuovi gruppi ottici. Lateralmente è stata modificata la cintura nella parte posteriore, con la terza luce laterale a disegno trapezoidale di maggiori dimensioni del passato. Nuovi anche i gruppi ottici posteriori, i paraurti, i retronebbia all’interno dei paraurti e la rastrematura più accentuata del tetto con un nuovo spoiler posteriore. Un Suv completo, adatto ad un cliente che cerca grande concretezza e sicurezza, in un ambiente lussuoso e ricco di dettagli tecnologici. Il tutto ad un prezzo appetibile di € 54.980 chiavi in mano.

ARTICOLI CORRELATI