USATA
cerca auto nuove
NUOVA

T50 Niki Lauda: la nuova hypercar di Murray pensata per la pista

Murray T50 Niki Lauda è spinta da un motore Cosworth V12 3,9 litri capace di erogare una potenza massima di 700 cv. La vettura verrà prodotta in solamente 25 esemplari, tutti già venduti a una cifra pari a 3,7 milioni di euro tasse escluse

Si chiama T50 Niki Lauda l’ultima creazione del progettista di auto di Formula 1 Gordon Murray. La vettura è un’autentica belva da pista (infatti è omologata solo questo tipo di utilizzo) con prestazioni da capogiro come il prezzo di ciascuno dei 25 esemplari che verranno realizzati.

Murray T50 Niki Lauda: le caratteristiche

La Murray T50 Niki Lauda è un’autentica hypercar pensata e costruita per regalare forti emozioni tra i cordoli di un circuito e non potrebbe essere altrimenti visto chi ha formato il progetto, Gordon Murray, ingegnere sudafricano ex direttore tecnico di McLaren. La vettura è spinta da un motore Cosworth V12 3,9 litri capace di erogare una potenza massima di 700 cv (725 ad alta velocità sfruttando all’effetto ram nella presa d’aria), contro i 650 dv della T50 versione stradale.

Le due vetture condividono la rivoluzionaria ventola da 40 cm di diametro, ma la T50 Niki Lauda aggiunge a questo sistema una serie di appendici aerodinamiche che possono produrre fino a 1500 kg di carico ad alta velocità. Eccezionale anche il peso della versione da pista, 852 kg, quasi 130 in mendo rispetto alla sorella più “tranquilla”. “Abbiamo progettato le due versioni più o meno in parallelo, a partire dalla T50 nel luglio 2019. Quindi la monoscocca è diversa, il motore è diverso e c’è un nuovo cambio al volante – ha detto Murray -. Nessun altro costruttore si avvicinerà all’esperienza che può essere fornita dalla guida di un’auto da 850 kg spinta da un motore V12 aspirato da 700 Cv che può arrivare a 12.100 giri“.

Murray T50 Niki Lauda: quanto costa

La Murray T50 Niki Lauda verrà prodotta in solamente 25 esemplari, tutti già venduti ad altrettanti fortunati appassionati che hanno potuto sborsare una cifra pari a 3,7 milioni di euro, tasse escluse. Le consegne avverranno nel 2022.

Articoli più letti
RUOTE IN RETE