I costi dei tagliandi auto: stessi tagliandi ma sorprese diverse

Un’analisi fatta da DAT-Italia, mostra come i costi dei tagliandi, all'apparenza abbastanza comparabili ad un’analisi più approfondita, andando a confrontare i prezzi veri, riservano delle sorprese

I costi dei tagliandi riservano delle sorprese. E’ quanto “scoperto” da un’analisi fatta da DAT-Italia, secondo la quale infatti se ad una prima occhiata i costi sembrano abbastanza comparabili, sia per quanto riguarda la tipologia dei costruttori che per segmento di mercato o tipo di auto, ad un’analisi più approfondita andando a confrontare i prezzi veri si scoprono non poche sorprese.

I tagliandi delle auto “piccole” hanno sicuramente un maggior peso percentuale rispetto al valore del veicolo delle auto “grandi” ma se si va a vedere nel dettaglio infatti alcuni interventi, come il cambio delle pastiglie freni, ad esempio, sono più costosi sulle city car che sulle vetture di maggiore classe e cilindrata.  

Come ad esempio per Fiat Panda la cui manutenzione straordinaria costa 119,37 euro contro i contro i 115,09 euro di Mercedes Classe B e dove i costi per i primi 60.000km sono pari a 730,01 per la prima e 626,53 euro per la seconda. 

Dati che vengono mostrati nella tabella sottostante e dove i prezzi riportati corrispondano alle tariffe praticate dalle officine ufficiali infatti a quei costi vengono poi aggiunti spesso “controlli” e tante altre attenzioni per la clientela che fanno la differenza fra un marchio e l’altro.

ARTICOLI CORRELATI