Taxi condiviso, a Milano e Roma si può grazie a un’app

A Milano e Roma attivo il servizio di taxi condivisi. Grazie all'app Wetaxi si potrà dunque prenotare una corsa e condividerla con altre persone, risparmiando molto denaro senza alcuno svantaggio

Arrivano i taxi in condivisione a Milano e Roma. Questa interessante novità sarà attiva sin da subito nella Capitale, a Roma, mentre a Milano partirà solamente tra qualche mese. I taxi in condivisione potranno essere sfruttati grazie all’applicazione “Wetaxi”, che permette ai clienti di prenotare, pagare e condividere i taxi con il solo e semplice utilizzo dello smartphone.

A Roma hanno aderito i 500 taxi della cooperativa Samarcanda, mentre nel capoluogo lombardo hanno aderito i 1.800 taxi della cooperativa Taxiblu. Tra le principali novità introdotte dall’app Wetaxi sottolineiamo la possibilità di condividere la corsa tra le persone che devono fare lo stesso percorso o uno simile: possono così risparmiare denaro senza alcuno svantaggio. Anzi, effettuando il breve viaggio in compagnia.

“Il servizio è pensato anche per chi singolarmente non potrebbe permettersi la corsa in taxi”, ha sottolieato il presidente di Samarcanda, Fabrizio Finamore. “Abbiamo deciso di aderire a Wetaxi perchè crediamo nelle possibilità che possono offrire i servizi innovativi”, ha aggiunto Emilio Boccalini, presidente di Taxiblu. “Il taxi condiviso è una grande opportunità anche per chi non può sostenere i costi tradizionali – ha concluso Massimiliano Curto, fondatore e amministratore di Wetaxi -. Il servizio partirà subito a Roma e a Milano fra qualche mese, dopo un dialogo e un confronto con l’amministrazione”.

ARTICOLI CORRELATI