USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Tesla consegna ed assistenza a domicilio contro il Coronavirus

Tesla Italia sta consegnando a domicilio le Model 3, S ed X dei nuovi clienti così come sta potenziando l'assistenza mobile a casa dei proprietari per fronteggiare l'emergenza COVID-19 accrescendo la stessa esperienza Tesla

Tesla si conferma sempre innovativa ed originale, continuando ad innovare in tutti i settori compreso quello della distribuzione e dell’assistenza. In Italia può contare su due unici punti di distribuzione ed assistenza ubicati a Milano e Padova. Decisamente pochi se confrontati alla struttura di concessionari della Maserati Italia che ne vanta molti di più pur vendendo meno auto della casa americana (a febbraio 2020 sono state immatricolate 258 Tesla e 152 Maserati).

Il boom di vendite, la rete snella unita all’inserimento degli stessi nella zona rossa determinata dal Coronavirus hanno spinto Tesla ad escogitare una piccola rivoluzione copernicana basata sul concetto che se il Cliente non può arrivare nello Store, Tesla porta la vettura direttamente dal Cliente con la bisarca facendo felice il cliente che non deve affrontare il viaggio di andata in Concessionaria. Il Coronavirus crea quindi molti ostacoli che fanno uscire dalla comfort zone per escogitare nuove soluzioni sicure, pratiche ed economiche per casa e clienti.

Per una casa come Tesla nata dieci anni fa con già chiaro all’esordio che la vendita sarebbe stata solo on line con pochi Store posizionati nei Centri Commerciali o nelle vie centrali ( a Milano lo store è in Piazza Gae Aulenti, giusto di fronte al grattacielo Unicredit!) è decisamente più facile di un Gruppo come Volkswagen che conta oltre 3.000 Concessionarie sparse in tutta Europa… Ma la stessa Volkswagen, ispirandosi agli americani, sta studiando un nuovo modello di vendita delle future vetture elettriche della famiglia ID mixando attività virtuali a quelle della Concessionaria non potendo logicamente eliminare la rete distributiva tradizionale che per un costruttore consolidato rappresenta un autentico pilastro.

Il futuro è quindi ricco di novità ed il COVID-19 lo ha certamente accelerato in una fase già abbastanza turbolenta che conferma come il pesce veloce batte sempre di più il pesce lento. Se poi pensiamo che Tesla ha proprio in questi giorni prodotto la sua milionesima vettura elettrica (una Model Y rossa per la cronaca) e continua a capitalizzare in borsa più delle altre tre rivali statunitensi (GM, Ford ed FCA) significa che ai costruttori tradizionali conviene accelerare i tempi…

TAGS:
TUTTO SU Tesla
Articoli più letti
RUOTE IN RETE