USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Tesla da 100 miliardi: vale più di Volkswagen in borsa

Tesla è approdata a Wall Street nel luglio del 2010 con un prezzo per azione pari 17 dollari: i titoli hanno effettuato un balzo in avanti del 125% solo negli ultimi tre mesi. Messa alle spalle Volkswagen, davanti al colosso dell'elettrico c'è solo Toyota

Quanto vale il marchio Tesla? 100 miliardi di dollari. È questa la valutazione dell’azienda fondata da Elon Musk che conquista così il secondo posto nella classifica riservata ai brand automobilistici, superando anche un colosso come Volkswagen. In testa resta sempre Toyota.

Tesla vola a Wall Street: supera Volkswagen e mette nel mirino Toyota

Tesla è approdata a Wall Street nel luglio del 2010 con un prezzo per azione pari 17 dollari: i titoli hanno effettuato un balzo in avanti del 125% solo negli ultimi tre mesi che ha fatto salire il valore complessivo del marchio a 104 miliardi di dollari contro i 99,8 di Volkswagen. Insomma, si tratta di una vera e propria imrpesa quella compiuta dal colosso delle auto elettriche che ora mette nel mirino Toyota, leader mondiale. A sfregarsi le mani per quanto risultato è soprattutto Elon Musk: se Tesla dovesse mantenersi sui 100 miliardi di dollari per i prossimi sei mesi, il fondatore incasserà i primi 346 milioni di dollari del suo piano di bonus decennale.

Un piano che lega il suo compenso, attualmente pari a zero pur controllando il 20% di Tesla, interamente alla perfomance della società e al raggiungimento di alcuni obiettivi, fra i quali una capitalizzazione di mercato di 100 miliardi di dollari. Insomma un maxi assegno con il quale Musk intende continuare, a dispetto degli scettici, a portare avanti le sue iniziative non solo a Tesla ma anche a Space X, con la quale potrebbe centrare l’obiettivo di essere la prima società privata a portare astronauti in orbita. A elogiare il lavoro fatto da Musk è stato anche il presidente degli Stati Uniti Donald Trump: “È uno dei nostri migliori geni, è uno dei personaggi più intelligenti della nostra società e noi coccoliamo questo tipo di persone“.