USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Una rara Lamborghini Miura SVJ va all’asta

La Lamborghini Miura SVJ all'asta da Kidston SA è un modello del 1972 perfettamente conservato e che ha percorso poco più di 19mila km. Non è stato rivelato il prezzo di partenza, ma per accaparrarsi questa vettura così rara servirà un assegno con molti zeri

Aste d’auto che passione. Spesso, su queste pagine, vi abbiamo raccontato modelli più o meno particolari finiti in vendita e destinati ad arricchire i garage di facoltosi appassionati di quattro ruote. Oggi, vi parliamo di una vettura che, oltre ad essere molto rara, porta con sé una dote di fascino non indifferente: la Lamborghini Miura SVJ.

Kidston SA mette all’asta una Lamborghini Miura SVJ

La Lamborghini Miura SVJ ha una storia particolare. Il modello, infatti, è di fatto una sorta di ibrido tra la SV e la Jota. La SV (acronimo di SuperVeloce) arrivò nel marzo del 1971. La vettura, prodotta in 150 unità, aveva una potenza di 390 CV e alcune caratteristiche peculiari come la parte posteriore della carrozzeria allargata per consentire l’installazione di pneumatici più ampi e fari anteriori senza le caratteristiche ciglia. Nel 1970 il collaudatore della casa Bob Wallace ricevette l’incarico di sviluppare una versione da competizione della Miura. Wallace utilizzò come base una Miura S (telaio N°5084) utilizzata per i test che aveva già percorso 20.000 km. Sostituì il telaio con uno più rigido, fabbricato appositamente in lamiera ed elementi tubolari, su cui vennero montate sospensioni Koni da competizione e freni a disco auto ventilanti. Sul motore vennero installati quattro carburatori Weber 46 IDL e il rapporto di compressione fu aumentato.

In questo modo la potenza massima raggiunse i 440 CV. Buona parte della carrozzeria venne rimodellata con pannelli in Avional, le griglie sugli sfoghi del radiatore rimosse e i finestrini in vetro sostituiti con elementi in plexiglas, il tutto per ridurre il peso dell’auto fino a 890 kg, 150 in meno della Miura S. Esteriormente era riconoscibile per i passaruota posteriori allargati per far posto a ruote larghe 12 pollici. Successivamente, la Casa del Toro, infatti, decise di prendere alcune alcune SV e di modificare con con specifiche simili alla Jota. Queste auto furono identificate con la sigla SVJ e complessivamente ne vennero realizzate solamente quattro esemplari e ora, uno di questi è in vendita da Kidston SA, società svizzera con sede a Ginevra specializzata in supercar d’epoca. Nel dettaglio, il modello della casa di Sant’Agata Bolognese finita all’asta è un modello del 1972 denominati “The Corsican”, perchè appartenuta all’imprenditore corso Paul Ferrandi. La vettura, che ha percorso poco più di 19mila km, è stata completamente restaurata e se sotto il cofano batte il classismo motore V12 da 3,9 litri con una potenza di 400 CV, la colorazione grigio argento ha lasciato spazio a un bel Rosso Granada. Kidston SA non ha svelato la base d’asta, ma per accaparrarsi questa Miura SVJ servirà un assegno con molti zeri.

 

 

TUTTO SU Lamborghini
Articoli più letti
RUOTE IN RETE