Vendite Porsche 911 e Cayenne ferme per soddisfare gli standard sulle emissioni

Fermata la produzione di Porsche Cayenne, 911 e 718. Uno stop senza precedenti nella storia dell'auto, con l'alt alla produzione dovuto al necessario adeguamento di questi modelli ai nuovi standard sulle emissioni.

Vendite e produzione di Porsche 911 e Cayenne sono ferme. La decisione, ripresa anche dal quotidiano La Repubblica, è tanto clamorosa quanto ferma ed è stata presa dalla Casa di Stoccarda per soddisfare i rigorosi standard ambientali sulle emissioni. E’ ancora possibile ordinare le auto da Porsche, ma non si può avere una data certa di consegna, che avverrà comunque sicuramente dopo settembre, a estate terminata. Solo Porsche Macan e Panamera rimangono “attive”, ma solo con certe motorizzazioni. Dato che con le salatissime multe per chi non rispetta questi standard non si può più scherzare, meglio fermare del tutto la produzione.

Lo stop alle vendite riguarda tutti i mercati europei ed è destinato a durare fino a quando Porsche non soddisferà i nuovi standard di prova WLTP che riguardano non solo le emissioni ma anche i consumi di carburante. Tali standard entreranno in vigore nel Vecchio Continente a settembre e tengono conto delle particelle ultrafini emesse dalla nuova generazione di motori a benzina a iniezione diretta.

“Le scadenze UE per la certificazione WLTP, che sono state portate avanti con breve preavviso di un anno, ci stanno sottoponendo a pressioni enormi. I nostri preparativi per adeguare le fabbriche sono già in pieno svolgimento da oltre un anno e stiamo facendo buoni progressi”, afferma l’amministratore delegato Oliver Blume. “A causa di una notevole carenza nella disponibilità di banchi prova, che sta interessando tutti i produttori, ci troviamo davanti ad una grande sfida. Ma siamo comunque favorevoli a test sulle emissioni più realistici”.

Vi terremo comunque aggiornati sulla vicenda.

ARTICOLI CORRELATI